Menu
Cerca
regalo di natale

Sorpresa per gli operatori sanitari del Papa Giovanni: donate diecimila mascherine

I dispositivi di protezione individuale a “chilometro 0”, prodotti dall’azienda Unigasket di Villongo, sono atterrati nell’hangar che funge da base operativa dell’eliambulanza dell’ospedale

Sorpresa per gli operatori sanitari del Papa Giovanni: donate diecimila mascherine
Pensare positivo Bergamo, 24 Dicembre 2020 ore 14:03

Diecimila mascherine chirurgiche a “chilometro 0”, prodotte dall’azienda Unigasket di Villongo, sono atterrate nell’hangar che funge da base operativa dell’eliambulanza dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, in cui hanno sede l’Aat 118 di Bergamo e l’associazione Mauro Signore Bergamo Elisoccorso. Una sorpresa di Natale tanto inattesa quanto utile, consegnata dall’associazione socio educativa “Ragazzi On The Road”.

Le 10 mila mascherine prodotte con materie prime provenienti dalla Val Seriana, grazie all’impegno del cappellano dell’ospedale che ha organizzato la sorpresa, fra Mauro Mariani, saranno distribuite a medici, infermieri, tecnici, operatori sanitari e volontari. Alla consegna erano presenti anche l’amministratore delegato del gruppo internazionale Vittorio Calissi, il presidente dell’associazione Mauro Signore Angelo Giupponi e Oliviero Valoti ed Elena Rottoli dell’Aat di Bergamo.

5 foto Sfoglia la gallery

«A luglio abbiamo inaugurato il nostro primo impianto per la produzione delle mascherine chirurgiche Unimed, allo scopo di immettere sul mercato un prodotto di elevata qualità unito alla massima sicurezza – spiega Vittorio Calissi, accompagnato dal direttore commerciale Alessandro Rossi -. Abbiamo voluto inserire sulla nostra confezione “proudly made in Bergamo” perché, non solo produciamo in provincia di Bergamo, ma utilizziamo anche materie prime locali. Il nostro è un piccolo contributo, ma ci auguriamo di aiutare gli operatori e i malati che lottano ogni giorno contro il Covid».

L’associazione Mauro Signore, nata nel 2005 per promuovere e sostenere la cultura del soccorso sanitario territoriale, nell’occasione ha donato alla Soreu Alpina dell’Azienda Emergenza Urgenza della Lombardia anche uno striscione con la scritta “noi con voi, vóter con nóter 118 Bergamo”, che verrà affisso sull’edificio della centrale operativa in segno di gratitudine e vicinanza per il lavoro svolto quotidianamente sul territorio. Un altro striscione raffigurante lo skyline di “Bergamo e Brescia” che si abbracciano in un cuore, accompagnato dalla scritta “grazie”, è stato invece donato all’ospedale da campo alla Fiera di Bergamo. Infine, alcune targhe artistiche, offerte dalla ceramista napoletana Paola Lucugnano, sono state donate sempre dall’associazione Mauro Signore all’ospedale da campo e saranno consegnate anche ai reparti Covid dell’Asst Papa Giovanni XXIII.