Da Current Biology

Fare sport migliora la memoria (cioè, si impara meglio e di più)

Fare sport migliora la memoria (cioè, si impara meglio e di più)
31 Agosto 2016 ore 08:55

Come dite? Vi siete scordati della data in cui l’Impero Asburgico fece quella cosa importantissima che dovevate portare all’esame di maturità? Beh, forse avete studiato abbastanza. È un’altra cosa che vi manca: l’attività fisica. L’esercizio aerobico fatto al momento giusto, infatti, migliorerebbe la memoria e l’apprendimento. C’è un tempo preciso per fare ginnastica: quattro ore dopo aver chiuso i libri. Non prima, né dopo. Quattro ore secche. Il processo di stabilizzazione e integrazione mnemonica, che trasforma le informazioni apprese in conoscenza a lungo termine, necessita di alcune sostanze chimiche del cervello, i neurotrasmettitori, quali dopamina, noradrenalina e un fattore di crescita chiamato Bndf, che vengono rilasciati proprio durante l’esercizio fisico. In pratica: fare attività a quattro ore di distanza dallo studia aiuta (e di moltissimo) l’apprendimento. Lo dicono i ricercatori olandesi che hanno condotto lo studio pubblicato su Current Biology e testato su 72 persone.

 

 

L’esperimento è piuttosto semplice. Gli scienziati hanno chiesto ai partecipanti di memorizzare 90 immagini in circa 40 minuti. Finita questa fase, un terzo delle persone è stato lasciato a riposo, un terzo è stato messo a fare attività motoria immediatamente dopo il test mnemonico (una seduta di intensità crescente alla cyclette, per 35 minuti), mentre l’ultimo terzo ha fatto la stessa attività 4 ore dopo. I più bravi, cioè quelli che ricordavano meglio le cose, sono state le persone che hanno fatto attività fisica dopo 4 ore. È stato provato attraverso i testa. E c’è di più. Non solo sono riuscite a riconoscere più immagini degli altri, ma lo hanno fatto ricordando più dettagli degli altri. L’intensità dell’attività aerobica, però, deve essere alta. Solo a quel punto anche la quantità di ricordi – diciamo così – sarà immagazzinata meglio dalla nostra testa.

 

 

«Il cervello dopo aver appreso impiega un po’ di tempo a elaborare le nuove informazioni e l’esercizio fisico è in grado di migliorare questi processi di post-learning», ha detto Guillen Fernandez, direttore dell’Istituto Donders for Brain Cognition and Behaviour di Nijmegen nei Paesi Bassi. Insomma, lo sport aiuta a vivere meglio. E questo lo sapevamo già. La novità è che lo sport aiuta persino a studiare meglio, a fissare i concetti nella mente con più collante e maggiore capacità di ricordo. Nelle persone coinvolte nell’esperimento, una maggiore attività dell’ippocampo, l’area cerebrale deputata all’apprendimento a alla memoria, è stata riscontrata in quelle che hanno svolto esercizio fisico dopo 4 ore dallo studio. E questo, secondo gli scienziati olandesi, starebbe a dimostrare che mentre i ricordi più forti permangono comunque, quelli più deboli, che normalmente verrebbero dimenticati in poche ore, possono persistere più a lungo se il cervello rilascia più neurotrasmettitori.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali