Pensare positivo
Da L'Eco di Bergamo

Stessa classe, ma 40 anni dopo Che sorpresa alla maestra Marisa!

Stessa classe, ma 40 anni dopo Che sorpresa alla maestra Marisa!
Pensare positivo 30 Marzo 2019 ore 04:30

Pubblichiamo integralmente (con il consenso del direttore) l'articolo pubblicato a pagina 42 de L'Eco di Bergamo di mercoledì 27 marzo 2019.

 

Metti di ritornare, 40 anni dopo, seduto fra i banchi di scuola. Di più: di ritornare seduto allo stesso banco, nella stessa aula, nelle stesse elementari e pure con gli stessi compagni. Se davanti ti si para perfino la stessa insegnante, oggi ultraottantenne, la lacrimuccia è assicurata.

E infatti si sono commossi tutti: i dodici compagni di scuola di Villongo che hanno voluto organizzare una maxi sorpresa alla loro maestra Marisa Doci si sono emozionati come bambini. Anzi, sono tornati bambini. Per festeggiare il loro cinquantesimo (sono tutti coscritti della classe 1969), i vecchi amici hanno deciso di ripercorrere gli anni spensierati, quelli trascorsi con i compagni della "prima A" delle elementari di Villongo. Con i compagni ma soprattutto con la maestra Marisa, docente tutto d'un pezzo che insegnava ogni materia, dalla matematica all'italiano. Figura rispettata, «c'era poco da fare i discoli» dicono i suoi ex alunni, ma altrettanto ben voluta.

E così sabato scorso i dodici compagni si sono nascosti dentro la loro ex aula. Con la complicità della figlia Silvia e del personale scolastico, hanno aspettato che la maestra Marisa entrasse a scuola convinta di vedere una mostra e si sono fatti trovare ciascuno al proprio banco, pronti per l'appello. È bastato pronunciare in coro: «Buonasera signora maestra», che giù lacrimoni. Sulle guance della signora Doci, ma anche dei vecchi studenti. «Non ha fatto in tempo a sorridere che ha iniziato a commuoversi - racconta Corrado Bellini, che insieme a Monica Bresciani, Miriam Vicini e il gruppo di coscritti ha organizzato la sorpresa -. Ci ha riconosciuti tutti, si ricordava perfino chi fra noi faceva le smorfie: è stata una gioia immensa».

«So di essere stata una maestra severa - ha detto lei -, ma quello di stasera è stato il regalo più bello che io abbia mai ricevuto». «È stato emozionante - hanno detto gli ex alunni -, la maestra Marisa non si è mai dimenticata di farci sentire il suo affetto. Abbiamo voluto ricambiare, se lo merita davvero».