Intervento attesissimo

Un nuovo volto per Campagnola: rondò, passerella e aree verdi

Demolizione dell’ex Mangimi Moretti, rotatoria rivista, supermercato e ristorante, sopraelevata verso la Malpensata. Lavori al via in primavera

Un nuovo volto per Campagnola: rondò, passerella e aree verdi
30 Giugno 2018 ore 04:00

Quasi tre milioni di opere pubbliche (tra le quali aree verdi, la passerella pedonale verso la Malpensata e la revisione della rotatoria) per un’area commerciale (con un ristorante, un piccolo supermercato – molto richiesto dal quartiere di Campagnola) che riduce le superfici costruite del 60 pere cento. In estrema sintesi sono questi i punti salienti del piano attuativo depositato al Comune di Bergamo in questi giorni e che porterà alla demolizione dell’ex Mangimi Moretti entro l’anno (con inizio ad agosto). Entro dicembre 2019 il volto dell’area diverrà quello descritto dai rendering qui sotto.

4 foto Sfoglia la gallery

Un intervento molto atteso. Per il degrado dell’ex fabbrica, meta di sbandati da ormai diversi anni. Per la rotatoria più invisa agli automobilisti, con lunghe code lungo la circonvallazione a ridosso del Cristallo Palace, per il difficile raggiungimento del quartiere Malpensata e quindi del centro città. Il costo delle opere pubbliche, come oneri di urbanizzazione, sarà a carico della ditta che effettua l’operazione immobiliare.

Novità per gli automobilisti. Già da quest’estate chi percorrerà la circonvallazione a Campagnola non vedrà più il grosso complesso in disarmo degli ex Mangimi Moretti. Spariranno anche cedri che costeggiano l’area, ma è necessario: la rotonda cambierà forma, dimensioni e gestione del traffico. Per il resto ci vorrà un anno e mezzo per la completa trasformazione della zona.

Imprenditori con ottimo curriculum. L’area degli ex Mangimi è stata acquistata due anni e mezzo fa per due milioni dagli imprenditori Pierangelo Lumina e Francesco Manzi – separatamente, hanno precedenti prestigiosi come gli interventi all’Esselunga della Celadina, all’ex Enel, alla Magrini e alla Molini Moretti di Colognola. Insieme hanno dato vita alla società Arki e sono pronti a spendere 10 milioni per l’intervento vero e proprio, pi gli oneri per 2,8 milioni a favore della città.

Trattativa lunga con il Comune. L’accordo raggiunto non è il risultato di pochi incontri. La superficie costruita, rispetto alla prima ipotesi di 10 anni fa, è stata ridotta del 60%. I costruttori daranno vita a un ristorante da 491 metri quadrati e a una struttura commerciale da 4.352, di cui metà destinata a un medio supermarket a servizio del quartiere.

La rotonda. La rotonda sarà ridisegnata sul modello di quella di via Carducci. Chi dovrà andare a sinistra, quindi, svolterà a destra e girerà attorno al rettilineo fino a un semaforo dedicato. Basta passaggi pedonali, quindi meno attese in questo senso. L’uscita da Campagnola avrà una corsia in più.

La passerella. Il sovrappasso ciclopedonale costerà 860 mila euro, sarà lungo 70 metri e alto 5, con rampa e scale. Una struttura metallica molto luminosa, senza nicchie nascoste, per garantire sicurezza. La passerella arriva all’altezza di via Furietti dove ci sono le scuole. Lungo il Morla ci sarà una zona verde, e anche su via Case Barca.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia