Un video commovente

Va in coma a Bergamo, guarisce a Palermo: «Mi tatuo la Sicilia all’altezza del cuore»

19 Aprile 2020 ore 16:11

Si è ammalato ai primi di marzo, quando il Coronavirus ha iniziato la sua esplosione e le terapie intensive dei nostri ospedali sono andate in tilt. Il Covid-19 lo ha preso in maniera forte, drammatica, Ettore Consonni, 61 anni, magazziniere in pensione, è andato in coma. Si è risvegliato venticinque giorni fa, verso la fine di marzo ed è rimasto ancora alcuni giorni in terapia intensiva.

Gli hanno detto che si trovava a Palermo, ma lui pensava fosse uno scherzo, pensava che quegli infermieri dall’accento meridionale fossero immigrati a Bergamo dalla Sicilia. Quando è uscito dalla terapia intensiva ed è passato al normale reparto, si è reso conto che davvero si trovava a Palermo. La meravigliosa storia di questo bergamasco portato con un volo dell’aeronautica militare a Palermo da Bergamo è raccontata dallo stesso protagonista, in questo video pubblicato da Repubblica.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia