Gli highlights della formazione di Brambilla

Il vivaio nerazzurro sa solo vincere E Barrow è ancora protagonista

Il vivaio nerazzurro sa solo vincere E Barrow è ancora protagonista
19 Dicembre 2017 ore 09:57
[In apertura l’esultanza della Primavera per la vittoria per 3-1. Foto Atalanta.it]

 

Quando si parla di settori giovanili italiani, non si può non fare riferimento ai talenti del vivaio atalantino che anche quest’anno stanno facendo cose straordinarie. E lo dimostra il fatto che si è da poco concluso il terzo weekend consecutivo in cui le formazioni bergamasche hanno ottenuto tutte vittorie. Per risalire all’ultima sconfitta dell’Atalanta a livello giovanile bisogna tornare indietro nel tempo fino al 26 novembre, precisamente alla sfida tra Atalanta e Cesena dell’Under 16, in cui i nerazzurri hanno issato bandiera bianca. Ma, da allora, le rose orobiche hanno vinto in 15 partite su 15.

 

 

La Primavera è scesa in campo sabato 16 al Centro Sportivo di Azzano San Paolo contro il Bologna nella partita valida per la tredicesima giornata del campionato 2017/’18, imponendosi per 3-1. Una sfida affrontata ancora una volta con lo spirito giusto dai ragazzi di Massimo Brambilla, che non sbagliano un colpo dalla prima giornata in cui sono usciti battuti contro la Fiorentina. Ancora una grande prestazione di Musa Barrow, autore della sesta doppietta in 14 gare se consideriamo la partita di Coppa Italia. La prima marcatura arriva con il talento gambiano imbeccato splendidamente da un cross sul secondo palo di Colpani. Il pareggio non si fa attendere e matura sugli sviluppi di un corner con i difensori della Dea colpevoli di essersi dimenticati Brignani, abile ad insaccare di testa. Nella ripresa, Melegoni pesca il jolly trovando un passaggio filtrante perfetto per Barrow, che a tu per tu con il portiere non sbaglia. Prima del fischio finale c’è anche il tempo per apprezzare il primo centro stagionale di Elia su assist del solito Colpani. Il Bologna chiude la gara in nove per due espulsioni ed è costretto ad arrendersi contro una squadra che ha dimostrato ancora una volta di meritarsi la vetta della classifica. Vince anche l’Inter di Vecchi, che riesce così a rimanere aggrappata al treno utile per giocarsi il primo posto, a differenza del Milan fermato sull’1-1 sul campo della Fiorentina e staccato quattro punti dalla Beneamata. Prove di fuga quindi al comando, ma le avversarie non ci stanno e già dalla prossima settimana proveranno a tornare a correre.

 

[Nicolò Milani dell’Under 17 nerazzurra. Foto Atalanta.it]

 

Continua invece il cammino impressionante dell’Under 17 che batte 4-2 il Cittadella (doppietta di Traore e gol di Milani e di capitan Cortinovis) e che ora potrà finalmente tirare il fiato e ricaricare le pile in vista del girone di ritorno. Gli uomini di Giovanni Bosi sono riusciti a collezionare dodici successi in 13 sfide e stanno dominando il Girone B lasciando poco spazio di replica alle avversarie. Le inseguitrici si devono accontentare di guardare l’Atalanta da lontano e sperare in qualche passo falso che finora non è nemmeno lontanamente ipotizzabile. Trentaquattro sono le marcature realizzate dai nerazzurri, un bottino niente male che ha permesso alla corazzata bergamasca di non risentire di qualche piccolo calo di concentrazione durante alcuni match. Questo è l’aspetto su cui sta lavorando maggiormente il tecnico orobico, che intanto però si gode con i suoi ragazzi il titolo di campione d’inverno. L’Under 16 ottiene tre punti fondamentali in ottica terzo posto vincendo contro il Verona la seconda partita consecutiva con il risultato di 2-1. Come ammesso dallo stesso tecnico nel post gara, la squadra è parsa un po’ sottotono, ma a differenza di altre occasioni è riuscita comunque a strappare i tre punti. È bravo a sbloccare il punteggio Faye che fa fruttare al massimo una ripartenza bergamasca inserendosi sul passaggio a rimorchio di Meraglia. Il raddoppio arriva con una bella marcatura del difensore Scanagatta, al terzo sigillo in undici presenze. Nel finale gli attacchi del Verona portano ad un tiro dal dischetto neutralizzato dal numero uno orobico Pirola e alla rete di Paloka prima del fischio finale dell’arbitro. I giocatori di Zanchi gioiscono per la vittoria e blindano la terza piazza.

 

[Il mister dell’U15 Di Cintio. Foto Atalanta.it]

 

Si riaccende il lume della speranza per l’Under 15 di Andrea Di Cintio, che schiaccia il Verona e approfitta del mezzo passaggio a vuoto dell’Inter. Per la quarta volta consecutiva, i calciatori classe 2003 ottengono il successo e anche in questa sfida a brillare è l’attacco nerazzurro capitanato da Rosa, sempre più capocannoniere del campionato. Oltre al bomber numero 9, mettono la loro firma sulla gara i centravanti Riu e De Nipoti, senza dimenticare la rete dei gialloblu con La Porta per il definitivo 3-1. Ora che i nerazzurri di Milano distano solo tre punti, dalle parti di Zingonia c’è chi spera di agganciare presto i meneghini al comando della classifica, aspettando la sfida di ritorno del big match in programma il 18 marzo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia