Commento, risultati e marcatori

Vivaio, weekend da incorniciare Il bottino è sei vittorie e due pareggi

Vivaio, weekend da incorniciare Il bottino è sei vittorie e due pareggi
21 Novembre 2017 ore 11:23
[Filippo Melegoni esulta per il gol del 3-0, con la Primavera, alla Lazio. Foto Atalanta.it]

 

È stato un grande fine settimana quello vissuto dal settore giovanile dell’Atalanta, all’insegna del bel gioco e degli ottimi risultati ottenuti sul campo. Escludendo la sconfitta di San Siro della prima squadra che brucia ancora, le giovanili hanno fatto un’ottima figura ottenendo ben sei vittorie e due pareggi. Peccato solo per il doppio 1-1 che non permette di fare il botto conquistando otto successi in altrettante partite.

 

 

Ottima prestazione della squadra Primavera di Massimo Brambilla, a conferma dello straordinario livello raggiunto dai ragazzi bergamaschi, molto bravi a leggere e interpretare le varie fasi della partita. L’inizio di gara ha messo in luce un’Atalanta capace di fraseggiare nello stretto aspettando il momento giusto per colpire la Lazio senza forzare le giocate. I capitolini hanno chiuso alla grande ogni spazio, difendendosi bene dalle sortite offensive nerazzurre. La svolta del match arriva quando i padroni di casa sfruttano le ripartenze veloci per creare problemi ai biancoazzurri: il capitano Bolis mette il piede sull’acceleratore, si lancia in contropiede palla al piede pescando con i giri giusti Barrow tutto solo davanti al portiere e il bomber numero 9 firma il vantaggio orobico. Il dodicesimo centro stagionale sblocca un incontro destinato a rimanere in equilibrio a causa dell’organizzazione tattica della squadra di Andrea Bonatti. Nella ripresa scende il ritmo e la condizione degli ospiti, così l’Atalanta dilaga ribaltando il fronte con Filippo Melegoni: lancio profondo per la corsa di Barrow e servizio al centro per Andrea Colpani, libero di tirare e centrare l’angolino. Il tris non si fa attendere troppo e questa volta è Melegoni a timbrare il cartellino con una conclusione perfetta dal limite dell’area di rigore. Vola la formazione Primavera nerazzurra, continuando a comandare la classifica e centrando l’ottavo risultato utile consecutivo in nove gare disputate. Tiene il passo un’Inter corsara vincente di misura a Roma.

 

[Andrea Colpani esulta dopo il gol alla Lazio Primavera. Foto Atalanta.it]

 

Non prosegue invece la corsa della Berretti, che dopo il poker rifilato nella scorsa giornata al Sudtirol impatta sul campo della Virtus Bassano. Quella di Vicenza è una partita utile a confermare l’imprevedibilità del campionato Under 18, in cui Inter e Atalanta fanno la gara a chi rallenta di più lasciando viva ogni speranza alle avversarie in lotta per la vetta. In seguito alla sconfitta inaspettata nell’ultimo match contro il Mestre, l’Inter torna al successo riconquistando la prima posizione a più due dai bergamaschi. In Veneto succede tutto nel secondo tempo, con gli ospiti guidati da Stefano Lorenzi abili ad ottenere il vantaggio ma disattenti nel finale e raggiunti da una rete dei giallorossi. Risultato amaro che non può soddisfare il tecnico orobico. Vince il sentito derby lombardo con un solo gol di scarto firmato da Angelo Ghislandi la formazione Under 17 allenata da Giovanni Bosi. Nonostante la prestazione dei classe 2001 non sia stata brillante come le precedenti sfide di campionato, i nerazzurri sono riusciti ad ottenere altri tre punti preziosi per continuare a guidare la classifica e, sfruttando il pareggio del Cesena, salgono a più due sui bianconeri con una partita da recuperare (la sfida con la Lazio è in programma giovedì alle ore 11 al Centro Sportivo Bortolotti). Potenzialmente i bergamaschi potrebbero portarsi a più cinque, a testimonianza di un percorso fin qui entusiasmante con le grandi prestazioni di Cortinovis e Ghislandi in grado di trascinare tutta la squadra al successo.

 

[Le Giovanissime di coach Oriunto esultano per la doppietta di Baruffaldi. Foto Atalanta.it]

 

Altro pareggio, il secondo 1-1 consecutivo per la truppa Under 16 di Marco Zanchi. I nerazzurri si sono portati in vantaggio con la marcatura del solito Antonio Reda, salito a quota cinque centri in campionato, ma si sono fatti raggiungere nella ripresa. Il forcing finale non permette agli ospiti di conquistare il bottino pieno; un vero peccato perché avrebbe permesso a Simone Panada e compagni di rimanere agganciati alle prime due forze della classe. Clamorosa vittoria dell’Inter per 3-0 ai danni della super Lazio e sorpasso in classifica della Beneamata, l’Atalanta però rimane a guardare e non ne approfitta. Torna a gustare i tre punti la formazione Under 15 di Andrea Di Cintio con una rimonta incredibile. Primo tempo sottotono per i classe 2003, passati in svantaggio con un calcio di rigore; perciò il mister decide di operare diversi cambi e le forze fresche riescono a dare l’apporto decisivo alla gara per tornare in partita. Alessio Rosa a due minuti dalla fine riesce a mettere a segno il nono gol stagionale, mentre in pieno recupero Federico Zuccon si fa ipnotizzare dal dischetto dal portiere avversario e sulla ribattuta la mette dentro per il definitivo 2-1 in favore della Dea.

Vincono anche i Giovanissimi per otto reti a zero contro il Mantova con il poker di Nicolas Truosolo, la doppietta di Daniel Pedretti e le marcature di Nicolò Piovanelli e Cher Ndour. 2-1 in favore dei Fascia B di Luca Rebba contro il Monza grazie ai centri di Nicolò Cenetti e David Lordkipanidze. Secco due a zero delle Giovanissime Femminili contro il Tabiago e la doppietta di Giulia Baruffaldi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia