Achtung Borussia, ora il Papu c’è Tutta Bergamo spinge la Dea

20 Febbraio 2018 ore 05:00

Il pareggio con la Fiorentina, il quarto consecutivo fra le due squadre, è un risultato prezioso: premia la tenacia di Petagna, tornato al gol e autore di una rete pesante; tiene la squadra in piena corsa europea; premia ancora una volta la sagacia di Gasperini nella gestione della rosa. Rispetto a Dortmund, il tecnico ha cambiato sei undicesimi della formazione titolare e soltanto due undicesimi hanno disputato tutte e tre le ultime gare: Crotone, Borussia, Fiorentina. Incassato il gol di Badelj, premio meritato all’ottima partenza viola, la Dea non si è disunita e, pareggiando allo scadere del primo tempo, ha gettato le basi per una ripresa alquanto positiva che ripaga la squadra per i suoi sforzi e per l’applicazione alle direttive dell’allenatore.

È chiaro che il Borussia sia stato il convitato di pietra alla partita di stasera: il pensiero rivolto ai tedeschi scandisce la lunga attesa della sfida del 22 febbraio che la squadra e i tifosi non vedono l’ora di affrontare. Giovedì, tutta Bergamo spingerà l’Atalanta verso l’impresa e il Muro Neroblù al Mapei Stadium sarà l’avanguardia di una passione collettiva senza precedenti.

Per questo, anche se la vittoria con i viola non è arrivata, l’1-1 finale deve essere considerato un altro passo positivo lungo il cammino di una stagione che, comunque vada, sarà un successo. Gli obiettivi iniziali erano e sono: guadagnare la settima, consecutiva permanenza in serie A e fare bella figura in Europa. Dando un’occhiata alla classifica del campionato e aspettando il Borussia, si capisce come la Dea sia in perfetta linea di volo. Con un valore aggiunto: il ritorno del Papu. Contro la Fiorentina, abbiamo rivisto in azione il Grande Capitano che, lasciati alle spalle l’infortunio e l’inevitabile tempo necessario per ritrovare la condizione migliore, sta riguadagnando il cento per cento della forma. Insieme con il gol di Petagna, il cui contributo a questi due anni di gloria non sarà mai rimarcato abbastanza, la prova di Gomez è l’indicazione più corroborante di una prova che, ancora una volta, dimostra quanto l’Atalanta onori ciascuna delle tre competizioni in cui è in lizza.

Grazie alla vittoria sul campo del Borussia Moenchengladbach, stasera il Dortmund si è issato al secondo posto della Bundesliga, in attesa del posticipo fra
Eintracht e Lipsia. Il che conferma, se mai ne avessimo avuto bisogno, il valore assoluto dei gialloneri. Per questo, ci sarà ancora più gusto ad eliminarli. E, con il Papu in forma, Gasp ha un asso in più. Achtung, Borussia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia