Menu
Cerca
Lutto

Addio a Carla Fracci: l'ètolie della Scala aveva 84 anni

Le condizioni di salute della regina della danza italiana erano critiche. Dal 2015 era direttrice artistica del Liceo Coreutico di Bergamo

Addio a Carla Fracci: l'ètolie della Scala aveva 84 anni
Personaggi 27 Maggio 2021 ore 11:22

Purtroppo è arrivata alle 11 di stamattina (giovedì 27 maggio) la notizia che Carla Fracci, la regina della danza italiana, è morta. Le sue condizioni di salute si erano aggravate nelle ultime ore.

Nata nel 1936 a Milano, di umili origini (il padre era alpino e la madre operaia), aveva costruito la parte centrale della sua carriera nella città meneghina, studiando nella scuola di ballo della Scala di cui poi è diventata étoile. Del 1955 il suo debutto sul palco del Piermarini che è stato un trampolino per i teatri più famosi del mondo. Con le sue capacità riuscì a calcare i teatri più importanti del mondo, fino ad essere eletta nel 1981 "prima ballerina assoluta" dal New York Times.

Tra le interpretazioni della Fracci i memorabili ruoli romantici e drammatici, interpretando personaggi femminili come La Sylphide, Giselle, Francesca da Rimini, Giulietta, Swanilda e Medea. Ha danzato coi più rinomati partner del mondo della danza: da Rudolf Nureyev e Vladimir Vassiliev fino a Paolo Bortoluzzi, ma anche con esponenti delle nuove generazioni come Roberto Bolle e Massimo Murru.

La sua attività a teatro era proseguita anche in questi anni, tanto che il 28 e 29 gennaio scorso aveva tenuto una masterclass con i protagonisti del balletto Giselle, andata in streaming sui profili della Scala e disponibile anche su Raiplay.

La Fracci era particolarmente legata a Bergamo, dove dal 2015 ha rivestito l'importante ruolo di direttrice artistica del Liceo Coreutico Antonio Locatelli di Bergamo. La collaborazione tra l'istituto e l'artista, nota a livello internazionale, aveva portato alla nascita di un progetto per la formazione di una Compagnia di Danza legata al Teatro Donizetti di Bergamo.