Menu
Cerca
Collezionismo nostalgico

Adesso Alessio punta al guinness con le sue oltre 57mila cartoline

Adesso Alessio punta al guinness con le sue oltre 57mila cartoline
Personaggi 26 Dicembre 2017 ore 10:00

Alcune sono in sughero, altre sono state stampate a fine Ottocento e altre ancora arrivano dagli angoli più lontani della Terra. Sono oltre 57mila le cartoline raccolte da Alessio Fumagalli, cittadino di Santa Maria Hoè che punta a entrare nel guinness dei primati per il record di cartoline conservate. Una passione, quella per la certosina e puntuale conservazione dei messaggi di saluto provenienti da tutto il mondo, che Fumagalli coltiva fin da piccolo. «Ho iniziato a collezionarle quando avevo 7 anni – racconta soddisfatto e orgoglioso – Ora ne ho quasi 60, visto che sono del 1958 e ne ho radunate parecchie».

 

 

Impossibile stenderle tutte per terra per immortalarne in un’unica fotografia, tanto sono numerose e diverse per forma, dimensioni e foggia. Un’esplosione di colori, luoghi magici e ricordi con cui Fumagalli ha tappezzato non solo la sua casa a Santa Maria Hoè, ma anche un’altra sua abitazione a Trieste, città in cui ha vissuto per alcuni anni. «Le conservo con molta attenzione e cura. Ho tenuto tutte le cartoline spedite dai miei amici andati a militare, quelle arrivate, vacanza dopo vacanza, dalle località di villeggiatura e dai posti esotici frequentati da familiari, conoscenti e amici». Ed è proprio grazie a un’amica che il brianzolo si è appassionato e incuriosito a tal punto da cercare di entrare nel guinness dei primati. «Sto partecipando a un concorso insieme ad altri 336mila iscritti. Sono il primo a livello italiano ed europeo per il numero di cartoline raccolte e il sesto a livello mondiale. Il concorso, a cadenza biennale, sarebbe dovuto concludersi a fine anno, ma visto che siamo in undici a poca distanza l’uno dall’altro, gli organizzatori hanno deciso di dare tempo fino a dopo Pasqua per la raccolta».

 

 

Da qui l’invito a far arrivare, in via Monti 2 a Santa Maria Hoè, il maggior numero di cartoline possibili. All’appello ha già risposto il sindaco Efrem Brambilla che sabato pomeriggio ha vestito i panni di postino e ha portato di persona un ricordo dall’Egitto a Fumagalli. «Insieme alla mia fidanzata, siamo andati a portargli una cartolina del nostro recente viaggio nella terra dei faraoni. La nostra speranza è che Alessio possa davvero vincere e risultare al primo posto della classifica così da far entrare lui, e di conseguenza Santa Maria Hoè, nel guinness dei primati». Aiutare Alessio è molto semplice: sono valide cartoline di ogni tipo, libere o anche già scritte. Possono essere consegnate a mano o per posta.

Condividi