valore bassissimo di Thc

Anche a Bergamo si vende Cannabis Un nuovo negozio in Borgo Palazzo

Anche a Bergamo si vende Cannabis Un nuovo negozio in Borgo Palazzo
05 Gennaio 2018 ore 06:00

Se, parlando di Cannabis legale, vi vengono in mente i famigerati coffee shop di Amsterdam, be’, siete sulla strada sbagliata. Il Bloom Heart, locale che ha aperto il 14 dicembre in via Borgo Palazzo 90, non c’entra proprio nulla con quelli. E, a dirla tutta, neppure con la droga. Nascosto alla vista, situato all’interno di una corte, il Bloom Heart è in realtà uno dei pochi posti in Italia (l’unico in Bergamasca) dove poter comprare Cannabis svizzera legale di alta qualità. In sostanza, fiori secchi e poco più, utilizzabili come profumatori d’ambiente o per scopi ornamentali e usi tecnici.

«Non è una sostanza stupefacente per il semplice motivo che non sballa per niente – spiega Bruno Capotorto, titolare dell’attività -. Il Thc, cioè la principale sostanza psicotropa della Cannabis con grandi proprietà antidolorifiche ed euforizzanti, in queste infiorescenze è presente in un valore di 0,198, inferiore cioè agli 0,2 sopra il quale, per legge, la Cannabis viene ritenuta sostanza stupefacente». Nonostante valori così bassi di Thc, la Cannabis venduta dal Bllom Heart resta ricca di Cbd, metabolita non psicoattivo con effetti rilassanti e utile a favorire il sonno e combattere ansia e panico.

 

 

Nel mondo, sono diversi i Paesi produttori di Cannabis e tra questi c’è anche l’Italia, visto che la canapa ha una miriade di possibili usi. Il problema è tutto nei limiti imposti dalla legge, come spiega Capotorto: «La norma prevede come limite di Thc, per i coltivatori, lo 0,6. Limite che, per la vendita, si abbassa a 0,2. Trovare fiori di Cannabis con valori così bassi è veramente difficile». Ma Bloom Heart ce l’ha fatta, affidandosi a un produttore svizzero (Stato in cui la Cannabis light è oggi utilizzata anche come alternativa al tabacco) che utilizza metodi naturali e biologici. Il prezzo di vendita è di dieci euro al grammo e si vendono confezioni che vanno da uno a cinque grammi di Cannabis.

Sebbene le proprietà rilassanti di questi fiori secchi siano riconosciute, è importante non affibbiare ad essi anche proprietà terapeutiche, di cui sono dotati invece i prodotti a base oppiacea o connabinoide venduti nelle farmacie. «Al momento della vendita spiego tutto – continua Capotorto -. E preciso che le infiorescenze che vendo non sono fatte per essere fumate o mangiate. Non è un caso che, nel negozio, non sia in vendita nulla che richiami il fumo: niente cartine, filtri o accendini. Poi, ovviamente, non posso controllare l’uso che ne fa ogni compratore».

Certo è che, dato il valore bassissimo di Thc contenuto in questa Cannabis, se anche venisse fumata non provocherebbe effetti euforizzanti ma, tutt’al più, rilassanti. Ma allora perché aprire un’attività del genere? «In altri Paesi, come la Svizzera appunto, locali del genere hanno avuto un vero e proprio boom. In Italia, invece, ancora no. Mi piacerebbe, in futuro, poter vendere anche prodotti alimentari come olio o biscotti con Cannabis light di alta qualità. Ma al riguardo la legge ancora non è chiara».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia