Menu
Cerca
IL RICORDO DEL RE DEL POP

Cinque anni fa moriva Jacko

Cinque anni fa moriva Jacko
Personaggi 25 Giugno 2014 ore 14:43

Cinque anni fa moriva “The King of Pop”. Era il 25 giugno del 2009 e Michael Jackson si trovava a Los Angeles nella sua casa di Holmby Hills, quando fu ucciso da un’overdose di farmaci somministrati per errore dal medico personale Conrad Murray, poi riconosciuto colpevole di omicidio colposo involontario.

Entrato nel Guinness dei Primati per aver venduto oltre un miliardo di dischi, ha iniziato la sua carriera a soli cinque anni come leader del gruppo di famiglia, i Jackson Five, piccolo complesso musicale formato dai fratelli Jackson. Il debutto da solista arriva con il contratto discografico firmato con la Motown grazie al quale, dopo un primo album pubblicato con i fratelli, riuscirà ad incidere ben quattro album: Got to Be There (1972), Ben (1972), Music & Me (1973) e Forever, Michael (1975)

Il vero successo inizia ad arrivare quando pubblica con la Sony Epic Off the Wall. Alla produzione del disco parteciparono anche artisti di fama mondiale come Stevie Wonder e Paul McCartney. L’album ottenne un ottimo successo, diventando il primo album nella storia della musica a piazzare in classifica quattro singoli: Don’t Stop ‘Til You Get Enough, Rock with You, Off the Wall e She’s Out of My Life. Inoltre, raggiunse la terza posizione della Billboard 200, rimanendo per 48 settimane consecutive nella Top 20, e arrivò a vendere un totale di 20 milioni di copie nel mondo

Nel 1982, Jackson scrive la canzone Someone in the Dark per la colonna sonora del film E.T. l’extra-terrestre, ricevendo per l’occasione anche un Grammy. Nello stesso anno, esce Thriller, secondo album di Jackson da solista per la Epic, che divenne il suo più grande successo commerciale. Rimase, infatti, nella top ten della Billboard 200 per ben 80 settimane consecutive, di cui 37 alla prima posizione. Fu il primo album della storia a piazzare 7 singoli nella top ten della Billboard Hot 100: The Girl Is Mine, cantata insieme a Paul McCartney, Billie Jean, Beat It, Wanna Be Startin’ Somethin’, Human Nature, P.Y.T. (Pretty Young Thing) e l’omonimo Thriller. Solo negli Usa l’album vendette 29 milioni di copie, ed è ancora oggi, l’album più venduto nella storia della musica, con all’attivo oltre 110 milioni di copie vendute.

Il 14 maggio 1984 il cantante venne invitato alla Casa Bianca per ricevere un premio dal presidente Ronald Reagan, come omaggio per il sostegno che Jackson aveva dato agli enti benefici nella lotta contro l’alcol e droga. Nel 1985 Michael Jackson scrisse insieme a Lionel Richie il singolo benefico We are the World, che servì a raccogliere fondi di beneficenza contro la fame nell’Africa Orientale. Diventò immediatamente uno dei singoli più venduti nella storia della musica con circa 18 milioni di copie mosse nel mondo.

https://www.youtube.com/watch?v=OoDY8ce_3zk

Nel 1991 uscì Dangerous e fu ancora un successo e nel 1996 parte l’History world tour, fatto di 83 concerti eseguiti in 5 continenti e 35 nazioni diverse, per un totale di 4,5 milioni di spettatori, incassando un totale di circa 165.000.000 dollari. In questi anni il cantante diventa anche padre di Prince Michael Jackson e Paris Michael Katherine avuti ad un anno di distanza tra il 1997 e il 1998 dalla moglie Deborah Jeanne Rowe. Nel 2002 nascerà Prince Michael, il terzo figlio.

Il 10 settembre 2001 Jackson organizzò una speciale cerimonia al Madison Square Garden per celebrare i suoi trent’anni di carriera solista. L’evento fu trasmesso in TV il 13 novembre dello stesso anno e si esibirono artisti di fama mondiale. La figura del King è sempre stata al centro dei media con polemiche e scandali. Come quando nel 2002 a Berlino i fans gli chiesero di poter vedere il suo bambino e lui lo espone dal balcone reggendolo solo con la mano destra. A partire dal 2003 inizieranno i processi di accuse per abusi sessuali su minori a Neverland, una sua villa a Las Vegas. Inoltre la vita di MJ, è da sempre stata nel mirino dei media per i suoi tanti interventi estetici, che hanno trasformato la sua pelle da nera a bianca. L’autopsia sul suo corpo ha poi fatto scoprire che il cantante soffriva di Vitiligine, una malattia che provoca la perdita del colore della pelle, rendendo l’epidermide dell’individuo a macchie per poi rendere la pelle totalmente bianca nel giro di poco tempo. Negli ultimi anni della sua vita, pur avendo firmato diversi contratti con alcune case discografiche non pubblicò più nuovi album ma numerose raccolte che riproponevano i suoi numerosi successi. Per onorare la memoria di Michael dopo cinque anni, il Presidente e Amministratore Delegato di Epic Records L.A. Reid ha ripescato otto brani inediti dall’archivio per pubblicarli in un album. Xscape, che è il secondo disco postumo di Jacko.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli