Il personaggio

Diego, il principe del cioccolato Da Bergamo alla corte di Knam

Diego, il principe del cioccolato Da Bergamo alla corte di Knam
Personaggi 29 Aprile 2017 ore 12:00

Un’opportunità unica, quella di Diego Belloli, 21enne bergamasco, di Bariano, che si appresta a diventare il «Principe del Cioccolato». Infatti recentemente ha avuto l’occasione di lavorare come stagista nel laboratorio di uno dei pasticceri e cioccolatai più famosi d’Italia e non, Ernst Knam, noto a tutti con il titolo de «Il Re del Cioccolato», protagonista dell’omonimo programma, giudice di «BakeOff Italia» e altri programmi. «Lo stage è durato dal 13 febbraio fino al 30 marzo – ha detto Diego – ho avuto quest’occasione grazie all’Accademia dove studio. Infatti sono stati loro a propormi per questo stage formativo con Knam, hanno scelto me su 13 allievi perché hanno notato e premiato la mia serietà e voglia di fare».

4 foto Sfoglia la gallery

Un’esperienza unica, emozionante, ma allo stesso tempo impegnativa, che ha spinto però Diego verso una crescita professionale altissima. «Lo riconosco – ha continuato Diego – inizialmente è stata dura adeguarmi ai ritmi di lavoro del laboratorio, specialmente per il trasporto. Mi alzavo alle 5 del mattino e rientravo a casa alle 6 di sera, inoltre quel laboratorio è uno dei migliori in Italia, lo standard richiesto è molto alto quindi ho dovuto imparare tutto alla svelta. Ciò che ho apprezzato maggiormente è stato l’ambiente in cui mi trovavo. Non solo serietà, ma anche tanta disponibilità e amicizia ho trovato in quel laboratorio. Se anche capitava che sbagliassi, non sono mai stato sgridato, ma anzi sono stato spinto a migliorare e a non commettere più lo stesso errore». Ora i segreti della pasticceria sono noti al giovane bergamasco. «Di certo tra tutte le cose che ho imparato meglio – confesse Belloli – è la frolla, ne avrò fatte un migliaio in quel periodo, tantissime, non ci sono più segreti. Certo ho ancora tanto da imparare però devo dire che è stata un’esperienza unica che mi ha permesso di crescere moltissimo. Per quanto riguarda Knam, non ci ho avuto molto a che fare. Infatti è sempre diviso tra i suoi negozi e mille impegni. Lui passava ogni giorno a trovarci, ma stava poco. Per quello che ho potuto vedere tuttavia, posso dire che è una persona molto seria, ma allo stesso tempo scherzosa e alla mano. Per certi versi è molto simile a come appare in tv, ovvero molto preciso e esigente. Di certo non ama chi sbaglia, ma allo stesso tempo è molto disponibile e si presta  a dialogare con tutti in modo cordiale e anche scherzoso». Un traguardo importante questo per Belloli, che gli ha dato l’opportunità di crescere nella disciplina che più ama: la pasticceria. «Sin da piccolo mi è sempre piaciuta la cucina – ha concluso Diego – via via con gli anni mi sono specializzato nella pasticceria perché sono molto goloso. Ho sempre apprezzato l’idea che da materie prima scomposte potesse nascere qualcosa di nuovo. Inoltre a me piace ricevere apprezzamento dalle altre persone e quale modo migliore c’è di farlo, se non passando attraverso la gola?».