Dagli archivi vaticani a...

I 5 luoghi più segreti del mondo

I 5 luoghi più segreti del mondo
Personaggi 02 Marzo 2016 ore 10:34

Quali sono i luoghi in cui non potrete mai e poi mai stare? Ci avete mai pensato quando pianificate un viaggio? Spesso le mete migliori sono quelle più difficili; ce ne sono tante che richiedono tempo e pazienza, ma alcune vi saranno precluse comunque. Ne ha individuate cinque la BBC, prendendo spunto dal sito Quora.com. Oltre a queste, se ne citano parecchi altre, come la Stanza 39 in Corea del Nord, la città chiusa di Mezhgorye in Russia, La Mecca e Medina per i non musulmani, il grande santuario di Ise in Giappone, il Club 33 a Disneyland di New Orleans e il club White’s in St. James’s Street a Londra.

 

1) Deposito globale di sementi delle Svalbard

L’arcipelago è noto a noi italiani per cause cinematografiche. È stato scelto da Checco Zalone per girare una parte del suo ultimo film campione d’incassi. Sull’isola di Spitsbergen, proprio quella di Quo Vado?, si trova la banca delle sementi più protetta al mondo. È stata pensata per conservare il genoma di tutte le specie vegetali presenti sulla terra, come garanzia contro possibili disastri ecologici o incidenti di sorta. Questi semi si trovano in speciali pacchetti termoriscaldati che li proteggono dall’umidità. L’isola non è stata scelta a caso: non presenta attività tettonica, ha uno strato di ghiaccio perenne e si trova a 130 metri sul livello del mare. In questo modo, anche se in futuro dovessero sciogliersi dei ghiacciai per il riscaldamento globale e quindi alzarsi le maree, il deposito resterebbe comunque al sicuro e all’asciutto.

 

2) Ni’ihau, Hawaii

Niihau_sep_2007

È la più piccola isola abitata della Hawaii: un paradiso tropicale, direte. Non proprio, essendo vietata agli stranieri dal 1915. I 130 abitanti presenti, tutti nativi ovviamente, devono vivere senza strade asfaltate, servizi telefonici, sanitari, acqua corrente o negozi. Si muovono a cavallo o in bicicletta, sfruttano l’energia solare per la corrente e si fanno portare i generi alimentari dalle chiatte che giungono lì dalla vicina Kaua’i. E pensare che potrebbero vivere di turismo.

 

3) RAF Menwith Hill

La base militare coi celebri palloni bianchi (radomes) in mezzo ai campi e ai boschi. Se esistesse davvero, James Bond lo troveremmo spesso qui. Un bunker segretissimo e ovviamente inaccessibile, nel quale si presume vengano monitorate e intercettate le comunicazioni telematiche di tutto il mondo. Fu costruita nel 1954 per controllare l’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda. Non si sa con certezza la sua funzione attuale, ma si presume sia incentrata sulla lotta al terrorismo e ai grossi traffici di droga. Si ritiene che questa base rientri nel sistema ECHELON, conosciuto anche come Cinque Occhi: una rete di spionaggio globale composta da Australia, Canada, Nuova Zelanda, Regno Unito e USA. L’accesso è consentito solamente a membri dell’NSA e di ECHELON.

 

4) Gli archivi segreti del Vaticano

Veniamo al nostro Paese. Il luogo più segreto e inaccessibile non si trova però sul territorio della Repubblica Italiana, ma all’interno delle mura vaticane. Un archivio immenso e prezioso, contenente i documenti personali di tutti i papi a partire dall’ottavo secolo. Accedervi non è impossibile, ma molto difficile. Il processo è davvero lungo e complicato: sono ammessi solo studiosi qualificati, che devono spiegare i motivi della loro ricerca, fornire informazioni personali e accompagnarsi a una lettera di presentazione firmata da un istituto di ricerca o da uno studioso affermato. Si tratta di uno spazio vastissimo, con circa 85 chilometri di scaffali e più di 35mila volumi. Tra i vari tesori, è presente ad esempio la bolla con cui Leone X scomunicò Martin Lutero e lanciò la controriforma; oppure la trascrizione del processo dei Templari, del 14esimo secolo; o ancora, le corrispondenze dei papi con Michelangelo e Abramo Lincoln.

 

5) Area 51, Nevada

Un classico. Tutti sanno che l’Area 51 è uno dei posti più inaccessibili al mondo. Contiene i segreti di stato americani più altamente secretati. La CIA non ha mai spiegato con precisione le attività che si svolgono all’interno e questo ha dato il là a teorie cospirative disparate. La più nota afferma che siano qui conservati i resti di navicelle aliene schiantatesi sulla terra, altre che si testino armi laser oppure velivoli sperimentali. Mettetevi il cuore in pace, non lo sapremo mai.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli