Menu
Cerca
Originaria di Fiorano

Le foto di Jessica Marchi, dalla Val Seriana al sogno della fase finale di Miss Mondo Australia

Il prossimo 4 giugno salirà sulla passerella della Doltone House. È partita all’età di 15 anni alla volta della “Terra dei canguri” insieme alla famiglia e non è più tornata

Le foto di Jessica Marchi, dalla Val Seriana al sogno della fase finale di Miss Mondo Australia
Personaggi Val Seriana, 22 Maggio 2021 ore 09:52

È partita all’età di quindici anni alla volta della “Terra dei canguri” insieme alla famiglia e adesso, o meglio il prossimo 4 giugno, salirà sulla passerella della Doltone House per la fase finale di Miss World Australia.

È la storia di Jessica Marchi, originaria di Fiorano al Serio, giovane ragazza che da una dozzina d’anni lavora e vive a Sidney, dove si sta costruendo un futuro nel mondo della televisione e della moda. Nelle fasi finali del concorso rappresenterà la regione in cui vive, quella del New South Wales, sfidando quelle delle altre regioni australiane.

4 foto Sfoglia la gallery

Nonostante la laurea in Economia all’Università di Sidney, Jessica ha coltivato fin da piccola la passione per la recitazione, il canto e il ballo, senza però trovare effettive opportunità in Italia. La svolta è arrivata proprio in Australia, dove ha trovato alcuni ruoli in pubblicità nazionali: ha appena terminato le riprese di un cortometraggio girato in un carcere in cui era l’unica attrice e in estate uscirà il suo primo disco.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jessica Marchi (@iamjessicamarchi)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jessica Marchi (@iamjessicamarchi)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jessica Marchi (@iamjessicamarchi)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jessica Marchi (@iamjessicamarchi)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jessica Marchi (@iamjessicamarchi)

Ma Jessica Marchi è impegnata anche nel sociale, essendo promotrice di una campagna di raccolta fondi a sostegno dei bambini australiani indigenti, malati o disabili. In tal senso, è anche al lavoro per organizzare nelle scuole un seminario di recitazione per bambini, il cui ricavato sarà devoluto interamente in beneficenza.