La posta degli amori sfigati È sempre Cupido che ti cerca

Personaggi 04 Agosto 2018 ore 09:45

Cara Alba,
Non so più cosa fare. Le sto provando veramente tutte, ma niente. Ogni tentativo è come se rimbalzassi contro un muro di gomma. Che altro non è che il mio cuore. Non riesco più ad amare. Anzi, non riesco più nemmeno a concedermi il piccolo peccato di una cotta, una di quelle infatuazioni tanto rapide quanto travolgenti. È come se ci fosse un blocco, in me. Qualcosa che respinge tutto, che mi protegge ma che, allo stesso tempo, temo mi porti verso l’apatia sentimentale. E questa seconda ipotesi mi terrorizza perché apre le porte della solitudine eterna . Se nessuna ragazza riesce più nemmeno a causarmi un piccolo brivido di piacere lungo la schiena, come posso sperare di innamorarmi di nuovo? Come posso immaginare una vita con una donna al mio fianco se tutte mi paiono banali, frivole, spesso stupide? Forse merito questa apatia. E la solitudine.
Luca

 

Caro Luca,
Apatia, assenza di emozioni, svalutazione del mondo circostante, insoddisfazione diffusa e generalizzata. Probabilmente in passato hai sofferto e per stare in piedi tranquillo (senza batticuore costante, senza pensieri fissi tossici e logoranti), lavorare in santa pace, goderti una cena senza la faccia da funerale, allora avrai sviluppato un po’ di anticorpi. Un bel po’ di anticorpi. Al diavolo tutti, avrai detto. E questo per il tempo giusto per riprendere le energie, se sei fortunato. Sinceramente, però, temo un po’ per te. Quando si invoca l’eclissi del cuore troppo ad alta voce, Cupido, un giorno a caso, infila un dardo infuocato e lo mira al centro della tua esistenza, creando più scompiglio del normale, soprattutto perché hai invocato l’immunità dei sentimenti. E la vita è crudele con chi sfida la regola base: sei uguale a tutti gli altri. Tribolazioni, sentimenti, attese e sofferenze: è una certezza statistica, ti innamorerai ancora. Vedrai una ragazza normale diventare una dea nella tua testa. Sbaglierai due outfit e tre ristoranti, ma andrà bene lo stesso. Poi la dea diventerà una donna normale e lì testerai la tenuta del sentimento. Capisco che l’apatia ti sembri irreversibile e definitiva, ma non lo è. Si tratta di una parentesi e spero che duri il meno possibile. Al di là della prossima ragazza, un cuore annebbiato fa male solo a se stesso. L’errore? Provarle tutte. Concentrati su altro, succederà di tutto. Non mi chiedere perché, ma è l’amore che cercate.
Alba