Quarantatré le premiate

Le due gelaterie bergamasche nella guida del Gambero Rosso

Le due gelaterie bergamasche nella guida del Gambero Rosso
26 Agosto 2019 ore 04:00

Ci sono anche due locali bergamaschi tra le 43 gelaterie scelte dal Gambero Rosso per la straordinaria qualità. Si tratta dell’Oasi American Bar di Badalasco (frazione di Fara Gera d’Adda) e de La Pasqualina di Almenno San Bartolomeo.

Sei gelaterie d’eccellenza in Lombardia. La guida Gelaterie d’Italia 2019 del Gambero Rosso, realizzata con il supporto di Orion, è stata presentata in anteprima al Sigep Fiera di Rimini e giunta alla terza edizione, raccoglie oltre 350 indirizzi sparsi in tutta Italia. Di questi 43 hanno ottenuto il punteggio più alto dei Tre Coni. Anche la Lombardia si è posizionata bene con sei gelaterie giudicate eccellenti: L’Albero dei Gelati (Monza), Chantilly (Moglia – Mn), Pavé Gelati & granite (Milano), Paganelli (Milano), Oasi American Bar (Fara Gera D’Adda) e La Pasqualina (Almenno San Bartolomeo).

“L’Albero dei gelati” è la più sostenibile. Il premio dedicato alla Sostenibilità è andato a “L’Albero dei Gelati” (con sedi a Monza, Seregno, Cogliate e New York), per l’impegno in tema ambientale: nei locali di Fabio e Monia Solighetto e Alessandro Trezza riciclo è la parola d’ordine, con tanto di packaging biodegradabile ed energia elettrica da fonti rinnovabili.

La Pasqualina – Almenno San Bartolomeo. La gelateria si trova in via Papa Giovanni XXIII 39 (ma c’è anche un locale a Porto Cervo) ed è gestita da Riccardo Schiavi. Punto di forza le creme ma anche i gusti alla frutta che seguono la stagionalità.

Oasi American Bar – Fara Gera d’Adda. La gelateria si trova in via Treviglio 3461 ed è gestita da Candida Pelizzoli, presidente dell’Associazione Maestri della Gelateria Italiana. Attenzione al cliente e gusti ricercati anche con spezie, erbe spontanee e ortaggi al fianco delle classiche creme e della frutta sono la particolarità della gelateria.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia