L'urlo finale di Remo Freuler che ha gelato la Grande Juve

Personaggi 29 Aprile 2017 ore 06:00

L'urlo di Freuler racchiude tutta la meraviglia di questa Atalanta che non finisce mai e gela la Juve, riacciuffandola al penultimo respiro grazie al sesto gol di Remo, già a segno nella gara d'andata allo Stadium. Quarta in classifica, aspettando Roma-Lazio, la Dea si avvicina all'Europa sempre più consapevole della propria forza.

La Juve non prendeva gol in campionato da tre mesi e la sua difesa non era stata perforata nemmeno dal Barcellona: a Bergamo ha incassato due reti, al termine di una partita bella, spettacolare, degna del pubblico che ha gremito lo stadio Achille e Cesare Borlotti con la sua passione.

Ancora una volta, Gasperini ha sparigliato le carte, spiazzando Allegri con l'esclusione di Petagna, l'inserimento di Hateboer, la marcatura uomo di Masiello su Dybala e di Conti su Mandzukic. Al primo tempo spettacolare dei nerazzurri, ha fatto riscontro il ritorno della Juve nella ripresa, quando sembrava che dovesse fare sua la partita. Invece, Berisha con due parate fondamentali e il fantastico Gomez di questa annata sono stati i capisaldi dell'orgoglio bergamasco, sublimato da un signore svizzero che è andato in rete sotto la Curva Nord.

Come diceva Vialli quand'era calciatore, mai giocare il secondo tempo difendendosi davanti al cuore del tifo atalantino. Rischi di prendere gol anche al penultimo minuto. Appunto.