Sorrisi in conferenza stampa

«Mi aspetto molto da Ilicic» Gasperini si coccola il gioiello

«Mi aspetto molto da Ilicic» Gasperini si coccola il gioiello
Personaggi 22 Settembre 2017 ore 05:30

Quando si vince 5-1 una gara non si può non essere soddisfatti. E infatti anche Gian Piero Gasperini conferma la tradizione presentandosi in sala stampa con un bel sorriso. «Credo che ci sia molto merito nostro. Il Crotone è una formazione che ha fatto giocare male tanti avversari - spiega il tecnico dell'Atalanta -, ma probabilmente stasera non hanno offerto la propria miglior prestazione. Noi siamo stati bravi a mettere in campo tanta qualità e ad approcciare la gara nella giusta maniera, in modo tale da incanalarla sui binari giusti».

In merito alla rete subita un po' malamente, il Gasp non si sofferma più di tanto. «L'abbiamo preso per un eccesso di offensività. Ci siamo scoperti troppo, ma va bene così. L'alternativa era restare lì coperti, senza muoversi e magari ci si annoiava. Invece nell'intervallo ho chiesto di continuare a giocare per affinare conoscenze e inserimenti. Poi se scappa il gol, come in questo caso, pazienza. Non è una rete che ci influenza, anzi, ci serve per lavorare su determinate situazioni. Ilicic? Poteva avere già 4-5 gol, ma non è stato così. Da lui mi aspetto molto. E' un giocatore pericoloso, voglio che mi giochi più offensivo e che attacchi l'area perché può essere determinante nei venti metri finali in termini di marcature e assist».

 

 

Fra coppe e campionato l'Atalanta è arrivata al quarto risultato utile consecutivo. «Soprattutto perché abbiamo offerto una continuità di gioco - sottolinea l'allenatore nerazzurro - che comprende anche le sfide contro Roma e Napoli. Considerato il numero elevato di partite temevo che la prestazioni calassero leggermente, invece ci siamo sempre mantenuti su buoni standard. Siamo sicuri e mi sembra che anche sotto l'aspetto tecnico stiamo crescendo. Turnover? Sto cercando di inserire più giocatori possibili. Abbiamo ragazzi interessanti che si stanno allenando bene e devo cercare di premiarli».

Inoltre Gasperini si sofferma ancora una volta sulla prestazione del Papu, autore di una doppietta. «Aspettavo che facesse due reti prima di sostituirlo - scherza Gasperini -. Già con il Chievo aveva giocato un tempo, stasera volevo tenerlo in campo un po' di più. E' un giocatore che potrebbe giocare sempre. Gosens? Nell'intervallo accusava ancora un po' di fastidio, ma ha retto i novanta minuti. Spinazzola prosegue bene il recupero, ci siamo quasi. Ha avuto una bella distorsione che si sta trascinando, lo tormenta ancora un po'. Non abbiamo fretta, ha fatto un allenamento e mezzo con il gruppo e spero che da domani possa spingere un po’ di più. Lo vedo mentalmente pronto e volenteroso, sono io che cerco un po' di frenare perché voglio che guarisca bene».

Infine una nota di merito al pubblico: «Intorno a noi c'è un clima fantastico e cercheremo di prolungarlo il più possibile. Magari non sarà sempre accompagnato dai risultati, anche se mi auguro del contrario. Ma vedo la gente che si riconosce in questa squadra e che è soddisfatta. Questo ci rende orgogliosi e, a mio avviso, aiuta anche i ragazzi a recuperare prima le energie».