Aperto il 6 maggio

Stezzano, il negozio che vende biscotti e casoncelli… di canapa!

Stezzano, il negozio che vende biscotti e casoncelli… di canapa!
Personaggi 21 Maggio 2018 ore 11:36

Dal sapone alle creme, dai biscotti fino ai casoncelli. Tutto a base di canapa. Questi sono soltanto alcuni dei prodotti che dal 6 maggio vengono venduti al Canapaio di via Adua 16 a Stezzano, a pochi passi da piazza Libertà. Ma niente paura. Si tratta di cannabis legale, priva di effetti psicoattivi, perché il Thc viene essiccato. Niente a che vedere, insomma, con le foglie seghettate che si fumano ai party meno raccomandabili.

 

 

L’idea di aprire questo negozietto tutt’altro che convenzionale è balenata nella mente di Basilio Moretti, della moglie Lara Camoni e del socio Marco Frosio, che hanno deciso di sfidare i benpensanti con un inedito green shop. «La canapa è una pianta antica e misteriosa coltivata da millenni – spiega Lara Camoni –. Ha tantissime caratteristiche e proprietà benefiche che stanno emergendo nel mondo commerciale poco a poco con molteplici prodotti di vario genere proprio per i suoi svariati impieghi e benefici. Per il benessere del corpo proponiamo creme curative, anti-age, anti-cellulite, rassodante, idratante per corpo, mani e viso; shampoo per capelli, sapone, olio per il corpo». Ma la canapa si può anche mangiare. Sugli scaffali di questa bottega si trovano biscotti, cioccolato, caramelle, bibite, farine, semi, ravioli, barrette proteiche per sportivi, miele, pesto. E ancora tisane, tè, olio per condire insalate.

4 foto Sfoglia la gallery

Conosciuta e coltivata già nel neolitico, la Canapa è una pianta versatile, dotata di ottime proprietà nutrizionali. I suoi semi erano considerati ricostituenti e tonificanti, mentre il suo olio, derivato dalla spremitura dei semi, era utilizzato per combattere le infiammazioni della pelle. Grazie alla sua azione antiossidante, immunomodulante e antinfiammatoria, l’assunzione dell’olio di canapa può aiutare in caso di problemi cardiocircolatori, colesterolo alto, patologie del tratto gastro-intestinale, del fegato o a carico del sistema respiratorio, disturbi del sistema scheletrico e muscolare, malattie autoimmuni, problemi metabolici, squilibri ormonali femminili, problemi neurologici e psichici, affezioni della pelle.

 

 

«Col tempo proporremo ai clienti il pane fresco di farina di canapa in collaborazione con un fornaio del paese e altri prodotti da forno – conclude Lara –. Abbiamo anche articoli in canapa come portachiavi, porta tabacco e, tra qualche mese, inseriremo nel nostro stock magliette, borse per la spesa e marsupi, oltre a gadget e articoli per fumatori. Vogliamo puntare su un’attività commerciale innovativa, anche se siamo consapevoli dei tabù delle persone. Speriamo che i clienti apprezzino». Anche Basilio Moretti conferma: «Cucinare con la canapa non fa assolutamente male, anzi, sono tantissime le proprietà benefiche. Vorrei tranquillizzare i consumatori più scettici dicendo che questi prodotti hanno un effetto rilassante ma mai allucinogeno perché l’erba di canapa sativa ha un bassissimo contenuto di Thc. Sono tanti i principi positivi che la gente ignora, tra cui quello terapeutico».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli