Se in tre mesi l’Everton ha speso quanto l’Atalanta in dieci anni

29 Novembre 2017 ore 05:30

L’ottavo gol stagionale di Bryan Cristante ha portato tre punti pesantissimi all’Atalanta, consentendole di fare un grande balzo in avanti in classifica. Le sconfitte di Cagliari, Udinese, Crotone, Sassuolo e Spal nella quattordicesima di campionato hanno permesso ai nerazzurri di proseguire la marcia verso il traguardo fissato dalla società per il campionato: guadagnare la salvezza nel tempo più rapido possibile, mentre sul fronte europeo, la straordinaria notte di Liverpool ha schiuso orizzonti di gloria.

Già, Liverpool. Cinque giorni dopo quel pazzesco 5-1 all’Everton, l’onda d’urto dell’euforia non accenna a placarsi e, anche per questo, il successo sul Benevento è molto più importante di quanto apparentemente possa non sembrare perché tiene la Dea in perfetta linea di volo, mentre continuano ad arrivarle elogi da ogni dove per l’exploit di Goodison Park.

La piattaforma Internazionale Financial Sports, specializzata nelle analisi di sport e affari, ha calcolato: in dieci anni, l’Atalanta ha speso 142 milioni di euro sul mercato; in una sola estate, quella che ci siamo lasciati alle spalle, di milioni l’Everton ne ha spesi 145. È sufficiente questo raffronto per avere un’altra conferma della grandezza dell’impresa di Gasperini e dei suoi uomini, consegnata alla storia del calcio, sezione coppe europee. E per capire una volta di più che cosa significhi programmare, investire, vincere. Tre azioni che appartengono a un grande club. L’Atalanta lo è, forte dell’unione con la sua gente che non è mai stata così forte e che la spinge a dire: l’Atalanta siamo noi. La storia siamo noi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia