Dalla Gazzetta dell'Adda

Viola, che ha suonato il flauto di fronte ai potenti del mondo

Viola, che ha suonato il flauto di fronte ai potenti del mondo
Personaggi 20 Novembre 2018 ore 10:30

La musica come passione, ispirazione, tradizione di famiglia. Viola Brambilla è nata nel 1999 ed è di Pozzuolo Martesana (Milano). È figlia di Ivano Brambilla, affermato musicista, ora in tournée in Giappone, e dal padre ha preso ispirazione per la carriera che ha deciso di seguire e che l’ha portata, in questi anni, a suonare nei più importanti teatri d’Europa. E, nel fine settimana dell’11 novembre, sullo speciale palco sotto l’Arco di Trionfo, a Parigi, dove si è esibita per più di settanta capi di Stato, in occasione del centenario della fine della Prima guerra mondiale. Prima di arrivare al Conservatorium van Amsterdam, dove sta frequentando un master biennale in flauto, Viola si era laureata al Conservatorio Verdi di Milano oltre a suonare ormai da quando aveva 13 anni. Ora è anche musicista dell’Orchestra giovanile europea. Nata ufficialmente nel 1976, da allora raccoglie i migliori talenti del Vecchio continente sotto i 26 anni. «Faccio parte del gruppo da due anni – ha spiegato Viola – Anche se purtroppo sono a oggi l’unica italiana».

 

 

E proprio grazie all’Orchestra giovanile europea, oltre al proprio talento, Viola ha potuto regalarsi un’esperienza indimenticabile. Per i cent’anni dall’armistizio che pose fine alla Prima guerra mondiale, la capitale francese ha infatti ospitato 72 capi di Stato da tutto il mondo e, tra i vari eventi organizzati, ha messo in scena un concerto sui Campi Elisi. Presenti, tra gli altri, Angela Merkel, Vladimir Putin, Donald Trump e il padrone di casa Emmanuel Macron.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli