Persone
Il nuovo acquisto dell'Atalanta

Bueno, ecco a voi Bryan Cabezas E su Sportiello Sartori ha detto...

Bueno, ecco a voi Bryan Cabezas E su Sportiello Sartori ha detto...
Persone 11 Agosto 2016 ore 04:00

Foto Atalantini.it

 

Sorriso stampato in faccia, non potrebbe essere altrimenti. Bryan Cabezas si è presentato oggi in conferenza stampa come nuovo giocatore dell’Atalanta. L’ecuadoriano, classe 1997, arriva dal Indipendiente del Valle «è molto veloce e ha un gran dribbling», assicura il responsabile dell’area tecnica Giovanni Sartori. «Può giocare ala destra, rientrando sul mancino, ma anche a sinistra».

«Sono molto felice di fare parte di questa famiglia - ha assicurato subito il 19enne - sia dal punto di vista societario che da quello calcistico. Giocare in Europa è sempre stato il mio sogno, per questo la mia priorità era venire all’Atalanta (nonostante le offerte di Boca Juniors e Gremio, ndr). Fisicamente sto bene, anche perché in Ecuador siamo a metà campionato, farò di tutto per poter dare il mio contributo in Serie A e, in futuro, speriamo anche nelle coppe europee. Sono inoltre molto orgoglioso di rappresentare il mio paese in un campionato così importante, sperando in futuro che arrivino altri miei connazionali. Il mio modello? Antonio Valencia, mi ispiro a lui, in campo e soprattutto fuori».

 

 

ATA02872

 

Poi la parola passa di nuovo a Giovanni Sartori, che svela alcuni retroscena: «È un giovane che abbiamo seguito per molto tempo, soprattutto in Copa Libertadores dove con il suo club è arrivato fino in finale. È piaciuto a tutti, ma volevamo l’ok anche da parte di Gasperini, il quale ha dato subito un parere positivo. Lo abbiamo acquistato per fargli fare l’esterno d’attacco. Ha tante qualità, che a volte non bastano, ma con la testa giusta può togliersi diverse soddisfazioni».

Infine il mercato, tra trattative in corso e giocatori incedibili: «Arriverà un altro esterno, valuteremo anche in base a varie considerazioni da fare con l'allenatore. Ricci ci piace, ma ce ne sono anche altri». E Sportiello? «Si dice tanto su di lui, ma la maggior parte delle cose sono false. Probabilmente c'è un interesse del Napoli, ma unilaterale: a noi non ha ancora comunicato niente. L'intenzione della società è di tenere Marco Sportiello. Le dichiarazioni di Gasperini non hanno portato tensione nello spogliatoio, il mister ha precisato che Marco potesse essere disturbato dalle voci di mercato e non era d'accordo sulla sua possibile scelta di andare a fare il secondo. Secondo noi deve fare il primo all'Atalanta, ma deve esserci con la testa».

 

740-Sartori-e-Cabezas

 

«Il prezzo di Sportiello? Non c'è stata nessuna offerta ufficiale, le cifre sono frutto della fantasia di qualcuno. O di un giornalista o di qualcuno che vuole far uscire queste voci. Noi siamo qui, aspettiamo un'eventuale offerta, ma ripeto: non vogliamo cedere Sportiello, più passa il tempo meno sono le possibilità che parta. Lo consideriamo importante come lo è stato de Roon o come lo è Gomez. Sul Papu vi dico tre cose: non c’è nessuna offerta ufficiale, nessuna richiesta ufficiale, nessun incontro. Ma soprattutto: è incedibile». Poi su Paloschi, a secco nelle ultime due amichevoli: «Deve adattarsi al modulo del mister, per la prima volta gioca da solo in attacco e dovrà capire bene i movimenti suoi e dei compagni. È solo questione di tempo. Il vice Paloschi c'è già e si chiama Pinilla, anche per lui nessuna trattativa».

Seguici sui nostri canali