Persone

Crozza-Tavecchio: è subito boom Viva Maurizio il vero Rottamatore

Persone 12 Settembre 2014 ore 12:13

Sta arrivando. Venerdì 3 ottobre Maurizio Crozza torna su La7 e, nel Paese delle Meraviglie, ha già scoperto una nuova superstar. Si chiama Carlo Tavecchio, presidente della Figc dall'11 agosto scorso, sotto inchiesta Uefa per le parole razziste pronunciate il 25 luglio, presentando la propria candidatura.

Il trailer che anticipa l'ultima imitazione del comico genovese sta spopolando in Rete. Quarantacinque secondi per lanciare un personaggio che, se possibile, riscuoterà un successo ancora maggiore di Razzi, Renzi, Briatore, Montezemolo, Berlusconi, Marchionne, Merkel, Conte, Napolitano, Monti, Zichichi, Grillo, Fuffas, Bossi, Maroni, Salvini, Brunetta, Giacobbo di Kazzenger e altri morti di fama, come li chiamerebbe D'Agostino su dagospia.

Lo confesso: nutro una spudorata ammirazione per Crozza, l'unico, vero, autentico Rottamatore in circolazione in questo meraviglioso e ipocrita Paese. Riesce a farci ridere in un tempo in cui sappiamo che dovremmo solo piangere.

Crozza è caustico, impietoso, implacabile. Sferza chiunque sia degno della sua comicità, graffiante e, al tempo stesso, amara. Ritrae i protagonisti di questa interminabile traversata del deserto, senza concedere loro attenuanti di sorta. Ne mette a nudo vanità e sicumera, difetti e debolezze, esponendoli alla berlina mediatica con sostenibile leggerezza. Ne ha fatta di strada, l'ex allievo di Gian Maria Volonté alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova che cominciò a diventare famoso imitando Sacchi a Mai dire gol by Gialappa's Band.

In questa palude, che non finisce mai, Crozza è uno sberleffo contro il Palazzo, chiunque ne siano gli inquilini. E' un sistematico colpo sotto la cintola al conformismo e all'omologazione di una tv sempre pronta a farsi prona davanti ai potenti di turno. Quando arriva il 3 ottobre?

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter