Persone
a castro

Giovanni Merla, il giovane che salva gli animali dal macello (e ora cerca una nuova fattoria)

La storia di un uomo che è riuscito a vincere le proprie dipendenze, dando un senso nuovo alla sua vita. Un libro e un dvd finanziano le sue attività

Giovanni Merla, il giovane che salva gli animali dal macello (e ora cerca una nuova fattoria)
Persone 03 Settembre 2021 ore 18:45

«Mi chiamo Giovanni Merla. Io salvo gli animali ma loro hanno salvato me». Già, perché la storia che questo giovane, originario di Lovere, ha deciso di raccontare nel libro “Squilibrio” (diventato anche un film in dvd) parla di un passato burrascoso e tormentato dal quale però è riuscito ad allontanarsi.

La storia di Giovanni è quella di un uomo che è riuscito a vincere la propria dipendenza dalla cocaina, dando alla sua vita un senso nuovo. «Questo libro è dedicato a tutte quelle persone che soffrono e vogliono lottare per uscire dai propri guai – si legge nella presentazione del libro, sul sito online -. Condividere le proprie esperienze è la prima terapia per sé stessi e per gli altri». Ma parte del riscatto di Giovanni Merla è legato anche agli animali.

Come raccontato da Corriere Bergamo, oggi vive insieme alla sua compagna in una fattoria-rifugio alla Casarola, vicino a Castro, dove si prendono cura di ottantasei animali (cani, gatti, galline, mucche, capre, pecore, tacchini e altre specie) cui hanno salvato la vita. L’ultimo animale accolto è Alma, una manza che, come tante altre, era destinata al macello.

La sua storia ha toccato il cuore di tante persone: la pagina Facebook di Giovanni è seguita da oltre 55 mila persone. E i soldi raccolti grazie alla vendita del libro e del film in dvd servono proprio a sostenere l’attività e la causa perseguita da questa speciale fattoria, che però ora sono in pericolo.

I proprietari del rifugio, abbandonato da anni, hanno deciso di trasformarlo in un Bed and Breakfast. Animali e la coppia di giovani sono stati sfrattati, che ora cercano una cascina in affitto. Basta che abbia una stalla, un fienile e almeno un ettaro di prato.