Persone
La lettera

La regina Elisabetta ringrazia gli studenti del Donadoni per l’invito

I ragazzi nel percorso di inglese di quest’anno hanno ideato una combinazione di piatti tipici italiani e inglesi e lo hanno inviato alla sovrana britannica, che ha risposto con una lettera in cui approvava il menu e ringraziava del gesto

La regina Elisabetta ringrazia gli studenti del Donadoni per l’invito
Persone Bergamo, 21 Marzo 2022 ore 14:35

Davvero una gradita sorpresa quella arrivata agli studenti di seconda dell’Istituto Donadoni di Città Alta: si tratta infatti di una lettera da parte della Regina Elisabetta, che li ringrazia per il gentile invito ad un pranzo di fine anno a base di piatti italiani e inglesi. La missiva reale risulterebbe alquanto insolita, se non si fosse a conoscenza degli eventi precedenti che hanno portato alla risposta, come al solito garbata ed elegante, della monarca Windsor.

Tutto è cominciato nel contesto del percorso, il quale combinava Educazione civica ed Inglese, dei ragazzi: avrebbero dovuto sviluppare un lavoro che avesse al centro il cibo e lo star bene con sé stessi. Così la loro insegnante, la professoressa Vanessa Rota, come consegna ha chiesto loro di fare alcune ricerche sui valori nutrizionali delle pietanze nostrane e d’Oltremanica. L’obiettivo? Creare un menù delizioso e soprattutto equilibrato dal punto di vista calorico, in vista di un pranzo di fine anno a cui invitare niente poco di meno che i reali di casa Windsor, dei quali i ragazzi hanno cercato di ricostruire le abitudini alimentari, per realizzare un’offerta culinaria gradita ai loro ospiti. La lista dei piatti, una volta realizzata e perfezionata, è stata recapitata, allegata ad un raffinato invito, direttamente a Buckingham Palace.

A quanto pare, la regina ha gradito il pensiero: alla scuola di Città Alta è arrivata infatti una lettera, firmata dai suoi assistenti, nella quale li si ringrazia per il gentile invito e si dimostra apprezzamento per il menù, formato da piatti squisiti e giudicato equilibrato dal punto di vista nutrizionale.

La loro stessa insegnante ha voluto sottolineare l’eccezionalità del fatto, ritenuto un risultato positivo di quanto fatto a scuola e un regalo del tutto inaspettato. Un segno di attenzione che ha voluto premiare i ragazzi, che hanno lavorato in gruppi a questo progetto e hanno messo un impegno particolare nel realizzarlo. Ciò dimostra ancora una volta la solerzia dei reali nel rispondere ai gesti di stima, che vengono loro indirizzati da tutto il mondo, e va a coronare (il termine è appropriato) il risultato del percorso di educazione civica degli alunni, che hanno anche a disposizione un corso madrelingua e uno preparatorio alla certificazione di lingua inglese. Tornerà sicuramente utile, qualora la sovrana britannica volesse ricambiare con un invito alle classi ad un pranzo regale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter