È arrivato a 28 anni

Verdellino, cittadinanza onoraria per il maggiore Tucci. «Ho assistito alla rinascita di Zingonia»

In platea sedevano sindaci, ex sindaci, amministrazioni e associazioni, oltre ai neo-diciottenni. «L'Arma mi ha adottato, è la mia famiglia»

Verdellino, cittadinanza onoraria per il maggiore Tucci. «Ho assistito alla rinascita di Zingonia»
Pubblicato:
Aggiornato:

Il maggiore Gerardo Tucci è cittadino onorario di Verdellino. L'onorificenza gli è stata consegnata ieri mattina, domenica 2 giugno, a Zingonia circondato dalle istituzioni e dai giovani classe 2006, che in occasione dei diciotto anni hanno ricevuto una copia della Costituzione Italiana.

«Zingonia è la mia seconda famiglia, la mia grande famiglia - ha detto Tucci, la voce rotta dalla commozione -. Oggi questa onorificenza la sento molto, e la sento meritata perché ho sempre agito nel bene e nell'interesse della comunità».

Il maggiore Tucci, come riportano i colleghi di Prima Treviglio, è arrivato a Zingonia che aveva soltanto ventotto anni. In trentun anni di carriera, ha assistito a una vera e propria rinascita del quartiere, «raggiunta anche con un forte e duro confronto», anche con l'amministrazione cittadina.

«L'Arma è la mia famiglia, mi ha adottato»

In platea sedevano sindaci, ex sindaci, amministrazioni e associazioni. Ma anche i neo-diciottenni, a cui ha rivolto un discorso incentrato sull'articolo numero 3 della Carta costituzionale: «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge».

«Io vengo da una famiglia umile, povera e dignitosa. A scuola andavo bene, licenziato dalle medie con ottimo e l'indicazione che avrei potuto frequentare qualsiasi scuola, dovevo fare i conti con le condizioni di povertà della mia famiglia - ha raccontato -. Poi la decisione di arruolarmi nell'Arma: l'Arma è la mia vita, la mia famiglia, mi ha adottato, così sono riuscito a studiare, ho preso una laurea in Giurisprudenza».

Ai giovani ha detto: «Impegnatevi, avvicinatevi all'amministrazione, chiedete il vostro coinvolgimento, credeteci perché solo così possiamo dare continuità alla rinascita di Zingonia». Oltre alla cittadinanza onoraria, Tucci ha ricevuto in dono anche un piatto in ceramica con lo stemma del Comune di Verdellino, a opera del maestro Luca Campus.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali