Persone
Lutto nell'arte

Villa d'Almè: addio a Angelo Capelli, il pittore dei melograni che ritrasse il Papa

L'artista bergamasco aveva 92 anni. Curioso della vita, realizzò il celebre arazzo della beatificazione di Giovanni XXIII

Villa d'Almè: addio a Angelo Capelli, il pittore dei melograni che ritrasse il Papa
Persone Almè e Villa d'Alme, 26 Novembre 2022 ore 09:17

di Bruno Silini

Ottant’anni di ininterrotta attività artistica hanno segnato il cammino di Angelo Capelli scomparso mercoledì all’età di 92 anni. Il pittore di Villa d’Almè era diventato celebre per aver firmato l’arazzo della beatificazione di Papa Roncalli.

Aveva uno sguardo da ragazzino curioso della vita e ottimista per l’avvenire. Incontrarlo è sempre stato un florilegio di aneddoti divertenti. La sua prima scuola d’arte è stata nello studio di Aldo Locatelli, pittore di straordinaria tecnica che trovò in terra brasiliana un ambiente ideale per esprimersi.

Il pittore bergamasco Angelo Capelli
Il pittore bergamasco Angelo Capelli

In tempo di guerra il Capelli gli bucava i cartoni degli affreschi della bella chiesa di Santa Croce in Valle Brembana. Come fece notare in una recensione Sergio Zavoli, Capelli non è stato solo un ritrattista bensì un paesaggista gioioso, ingenuo, schietto e speranzoso.

Meravigliosi quei paesaggi collinari, quei bagliori in riva al fiume, quel sottobosco autunnale e quelle atmosfere da groppo estivo che svelano un’errabonda, inafferabile libertà d’invenzione, leggera o grassa di pennello e d’impasto, luminosa d’aria e struggente d’innocenza. Il suo frutto preferito era il melograno simbolo della vita che procede, che non s’arresta.

Il pittore Angelo Capelli nel suo studio
Il pittore Angelo Capelli nel suo studio

Quanti ne ha dipinti su carta da pacchi nel suo studio. Li teneva dentro una grande cartella, in un angolo, in quel disordine ordinato che (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 1 dicembre, o in edizione digitale QUI

Seguici sui nostri canali