Alle urne

Elezioni 2024 a Osio Sotto, le ultime interviste a Corrado Quarti ed Eugenio Maffeis

Il primo cittadino uscente parte da una posizione di forza, ma dovrà vedersela con un rivale che negli ultimi cinque anni è stato all'opposizione

Elezioni 2024 a Osio Sotto, le ultime interviste a Corrado Quarti ed Eugenio Maffeis
Pubblicato:

di Camilla Amendola

Una sfida a due non scontata, ma in cui il sindaco uscente sembra partire da una posizione di forza. A Osio Sotto i cittadini dovranno scegliere tra il primo cittadino Corrado Quarti e il rivale Eugenio Maffeis.

Quarti: «Sistemo piazza Agliardi. Nuovo asilo e ciclabili»

Alle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno, Corrado Quarti si ricandida con “La Margherita” e cerca il bis dopo cinque anni da primo cittadino di Osio Sotto.

Quali sono i punti chiave del suo programma?

«Vogliamo riqualificare piazza Agliardi in primis. Si tratta di una piazza storica, che deve essere rifatta per risolvere problemi di allagamento in caso di acquazzoni estivi. Questo spazio causa non pochi problemi ai cittadini, quindi è giusto che venga sistemata. In secondo luogo è notizia di questi giorni l’ottenimento di quasi 900 mila euro dal Ministero per la realizzazione di un nuovo asilo nido. Avrà lo spazio per ospitare trentasei bambini e vogliamo realizzare un nuovo spazio-bimbo. Infine, vogliamo completare le ciclopedonali laddove mancano, ovvero, sulla 525, su corso Europa e verso il bosco dell’Itala». (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 13 giugno, o in edizione digitale QUI

Maffeis: «Un paese indipendente sul piano energetico»

Nelle amministrative dell’8 e 9 giugno, a sfidare il sindaco uscente è sceso in campo Eugenio Maffeis, finora all’opposizione. Maffeis è convinto che il Comune debba essere il primo fronte: «Il luogo in cui il cittadino trova le risposte ai suoi bisogni».

Quali sono i punti chiave del suo programma?

«Una politica che guardi all’intera popolazione, impostando obiettivi comuni. La nostra sarà un’azione amministrativa basata e finalizzata al bene della comunità. Per noi, poi, sono fondamentali i temi sociali come la salute, la sicurezza dei cittadini, la cultura, i giovani, le famiglie, la terza età… Sono alla base dell’impegno del nostro progetto con strategie che includano la massima attenzione alle diverse fasce sociali. Vogliamo mettere  al centro i bisogni dei più anziani, che sono la storia e la base delle nostre radici, e i più giovani perché sono loro il futuro della nostra comunità. Impossibile non citare, poi, il tema della sostenibilità. Vogliamo essere indipendenti sul piano energetico, digitale, economico e produttivo. Sarà fondamentale nei prossimi anni». (...)

Continua a leggere sul PrimaBergamo in edicola fino a giovedì 13 giugno, o in edizione digitale QUI

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali