Politica
È oggi, 2 luglio

Il consigliere bergamasco Dario Violi rappresenta Regione Lombardia al Milano Pride 2022

«È un momento storico», ha commentato l'esponente pentastellato. La Giunta, però, ha deciso di non patrocinare la manifestazione

Il consigliere bergamasco Dario Violi rappresenta Regione Lombardia al Milano Pride 2022
Politica 02 Luglio 2022 ore 14:04

È il consigliere regionale bergamasco, esponente del Movimento 5 Stelle, Dario Violi a rappresentare Regione Lombardia al Pride che si sta tenendo oggi, 2 luglio, a Milano.

Violi, che è stato delegato dal presidente Attilio Fontana, ha commentato la notizia sui propri canali social, dicendosi molto orgoglioso di questa nomina:

«È un momento storico - ha scritto Violi -, per la prima volta la nostra istituzione ci mette la faccia a fianco di chi lotta per i diritti. Dovrebbe essere scontato, ma fino a oggi non è stato così. Domani il Pirellone sarà illuminato con i colori del pride e la fascia di Regione Lombardia sfilerà alla manifestazione grazie una nostra mozione, approvata a scrutinio segreto. Perché il diritto ad amare non deve essere riconosciuto? Il principio di uguaglianza di tutti e per tutti è un diritto. Perché, come chiedeva Marcella Di Folco durante il primo pride nel '94, "noi non dobbiamo lottare per rivendicare o per ottenere dei diritti civili, noi nasciamo con questi diritti ma è la società che ce li nega facendo credere che siamo tutti diversi". Parole profonde, incredibili, totalmente innovative. Non basta tingere di rainbow la nostra icona fb per mettere a posto la nostra coscienza. Tanto alla fine una cosa è certa: in una società più civile si vive meglio».

È stato proprio il Movimento pentastellato a presentare, a inizio giugno, una mozione in Consiglio regionale per chiedere che l'Istituzione appoggiasse il Pride. Una mozione che è stata votata dalla maggioranza dai consiglieri, ma solo a scrutinio segreto. Grazie a questa mozione, non solo Regione parteciperà al Pride (rappresentata appunto da Violi), ma illuminerà anche il Pirellone con i colori dell'arcobaleno.

Nonostante questo, per l'ennesima volta Regione ha deciso di non patrocinare l'evento, come invece le era stato richiesto dagli organizzatori. Una decisione che, secondo il consigliere regionale del M5S Simone Verni, riporta «l'ordine vigente in modalità Medioevo».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter