Il video

L’annuncio di Fontana: da domenica 13 dicembre la Lombardia sarà zona gialla

Il governatore ha pubblicato un filmato nel quale spiega di aver parlato con il ministro Speranza e di aver avuto notizia della decisione. Questo permetterà a tutti i lombardi di tornare a muoversi liberamente anche oltre i confini comunali. Resteranno però in vigore altre restrizioni

Politica 09 Dicembre 2020 ore 15:45

La notizia tanto attesa da tutti i lombardi è finalmente arrivata: nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 9 dicembre, il governatore Attilio Fontana, attraverso un video (che potete vedere di segui) ha annunciato che da domenica 13 dicembre la Lombardia diventerà zona gialla.

«Da domenica 13 dicembre la Lombardia sarà ufficialmente zona gialla», dice Fontana, spiegando di aver parlato in mattinata con il ministro della Salute Roberto Speranza, il quale «venerdì (11 dicembre) firmerà l’ordinanza che sabato sarà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale per entrare in vigore domenica».

«Il trend dei numeri in Lombardia si conferma in diminuzione sia per quanto riguarda la circolazione del virus – ha detto ancora Fontana -, sia per i ricoveri nei reparti ordinari che intensivi. Un risultato raggiunto grazie ai comportamenti virtuosi tenuti da tutti i lombardi, che ancora una volta ringrazio. Esorto tutti a continuare su questa strada di responsabilità quotidiana che consente di tenere sotto controllo il virus. Forza Lombardia!».

Cosa cambia? Diventare gialli non è una cosa da poco. Di fatto, questo cambiamento fa venire meno praticamente tutte le limitazioni agli spostamenti in vigore: i lombardi potranno uscire dai confini comunali senza bisogno di autocertificazione e potranno anche andare in altre Regioni, purché anch’esse siano zone gialle. Riapriranno le loro porte anche bar e ristoranti, che potranno nuovamente accogliere al loro interno i clienti (col limite di quattro persone a tavolo, se non conviventi), ma solo fino alle 18. Successivamente, fino alle 22, sarà valido solo il servizio asporto o delivery. Resterà invece in vigore il coprifuoco notturno dalle 22 alle 5. Queste regole varranno fino al 21 dicembre, quando scatterà il divieto “natalizio” agli spostamenti regionali. Nei giorni del 25 e 26 dicembre e dell’1 gennaio, inoltre, ci sarà anche il divieto di spostamento tra Comuni (divieto che Fontana ha detto chiaramente di non condividere).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità