La Clessidra

Mezz'ora (o quasi) con... Intervista a Valentina Ceruti, sindaca di Villa d'Almè

34 anni, avvocata, è stata eletta alle ultime amministrative. Ha alle spalle dieci anni di esperienza nella giunta di Manuel Preda

Pubblicato:
Aggiornato:

di Bruno Silini (in collaborazione con Socialbg)

Valentina Ceruti, 34 anni, avvocata, è la nuova sindaca di Villa d’Almè. Si rinnova così la lunga tradizione del paese nell’avere una guida in rosa, prima con Rosaria Locatelli (1995-2004) e poi con Giuseppina Pigolotti (2009-2014).

Nonostante l'assenza di altri candidati, l’elezione di Ceruti non è stata priva di patemi, innanzitutto per la questione del quorum. «A livello nazionale - dice Ceruti - non ci sono numeri bellissimi dell'affluenza e questo fatto pesava non poco. I temi strategici per il futuro del paese, oggetto di assemblee e discussioni per coinvolgere la comunità nel programma elettorale, spesso si arenavano perché surclassate dall’incubo del quorum».

Dieci anni di esperienza in amministrazione alla spalle del sindaco uscente Manuel Preda hanno alimentato la sua passione per la politica locale, spingendola a candidarsi. Tuttavia, riconosce le difficoltà aggiuntive per una sindaca, dovute alle responsabilità familiari che spesso gravano maggiormente sulle donne. Tra le sue priorità in agenda c'è la ristrutturazione della palestra della scuola primaria, definita «un progetto cruciale per la comunità».

La nuova sindaca sarà affiancata da una giunta dinamica con molte giovani new entry: Manuel Preda è il vicesindaco con deleghe a Manutenzioni e ambiente; Simone Gamba si occupa di Politiche sociali, familiari e innovazione digitale; Claudio Bolognini gestisce le Politiche educative, il bilancio e i tributi; Lisa Sonzogni è responsabile di Urbanistica, edilizia e valorizzazione del territorio.

Ceruti ha espresso il desiderio di sviluppare una «comunità educante», promuovendo progetti intergenerazionali e migliorando la comunicazione digitale del Comune. La sfida infrastrutturale principale per Villa d'Almé sarà la tranvia veloce, con due fermate sul territorio, con la conclusione dei lavori prevista per il 2026.

Guarda l’intervista completa:

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali