Sponsorizzato

Sardegna con i bambini: quando, dove e come per una vacanza impeccabile

Sardegna con i bambini: quando, dove e come per una vacanza impeccabile
20 Gennaio 2020 ore 09:14

Bagnasciuga ampi di sabbia chiara, il mare che scende lento, lento verso il largo, acque pulite e trasparenti, lidi attrezzati di ogni comfort: ecco la ricetta perfetta per delle vacanze in famiglia con dei bambini. Dove si trova tutto questo? In Sardegna, uno dei luoghi più ambiti per le vacanze estive Made in Italy. Chi non c’è mai stato di solito è perché pensava fosse una destinazione per ricchi, chi c’è stato invece non smette più di tornarci anno dopo anno. 

La Sardegna è la meta perfetta per chi viaggia con i bambini sia per chi ama il mood on the road, sia per chi preferisce restare in una medesima zona esplorando semplicemente i dintorni. Questo perché i servizi non mancano e le cose da vedere sono tantissime ovunque, visto che è una terra di tradizione e con una storia davvero singolare. Oltre ad un mare spettacolare, infatti, ci sono moltissime cose da visitare oltre ad aree verdi per le attività e gli sport “di terra”. I mesi migliori per un viaggio sull’isola sono sicuramente quelli estivi perché è caldo e ci si può godere al meglio il mare.

Come arrivarci? I traghetti per la Sardegna

Come si può immaginare il tragitto dalla penisola all’isola può incidere non poco sul costo della vacanza, ecco quindi che bisogna fare una scelta ben meditata. Se si viaggia in famiglia (ma non solo in realtà) la cosa migliore è optare per i traghetti per la Sardegna che consentono di portare con sé il proprio veicolo da utilizzare poi per muoversi sull’isola. L’aereo infatti costringe poi ad usare i mezzi pubblici o a noleggiare un’auto, soluzioni se non costose molto scomode.

I traghetti per la Sardegna sono diversi ogni giorno, le compagnie che coprono queste tratte infatti sono diverse. In base al porto di partenza e quello di destinazione si potrà trovare la propria soluzione ideale, prenotando comodamente online e magari godendo di qualche sconto specie se lo si fa con largo anticipo. 

Il viaggio in traghetto è già di per sé un ottimo modo per cominciare la vacanza, specie per i piccoli, ma non solo per loro: il rumore delle onde, il vento fra i capelli, i gabbiani che stridono e magari qualche delfino che salta accanto allo scafo sono solo alcuni degli aspetti magnifici del viaggio. Le comodità e i servizi dei traghetti per la Sardegna, che molte volte sembrano quasi navi da crociera, fanno il resto.

Cosa vedere e cosa fare con i bambini sull’isola

Nell’entroterra alle spalle delle meravigliose spiagge sarde c’è sempre qualcosa da esplorare per condire la propria vacanza con un extra culturale, avventuroso, appassionante: qualche borgo storico, un museo, un sito archeologico, un parco naturale. Ecco che quindi una volta scelta la propria destinazione vale la pena informarsi su cosa c’è nell’entroterra da vedere. 

A meno che non si abbia già un’idea in mente, per la scelta della località, è possibile seguire l’onda delle offerte sugli alloggi: qualunque zona dell’isola vale la pena e ha qualcosa di peculiare da non perdere. In ogni caso muovendosi poi con la propria auto si possono raggiungere altre spiagge o altri punti d’interesse comodamente visto che le distanze sono quelle che sono e che le strade sono poche, quindi sbagliare diciamo è quasi impossibile.

Qualche idea? Al Sud sicuramente la zona di Chia, dove ci sono diverse escursioni da fare con i bambini (nell’entroterra e nel parco marino), al Nord invece San Teodoro o la zona di fronte a La Maddalena. 

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve