Idee & Consigli

Cosa valutare nella scelta del monopattino elettrico?

Come scegliere il monopattino elettrico

Cosa valutare nella scelta del monopattino elettrico?
Idee & Consigli 27 Luglio 2022 ore 07:00

Il monopattino elettrico è tra i mezzi di trasporto alternativi che stanno riscontrando sempre maggiore successo. 

Vengono molto incentivati anche dal governo grazie ai bonus per il loro acquisto, soprattutto per il minore impatto che hanno sull’ambiente rispetto ai mezzi a carburante. 

I vantaggi legati al loro utilizzo sono poi davvero tangibili. Pensiamo prima di tutto al risparmio economico. Soprattutto tenendo conto dei vertiginosi aumenti sul costo del carburante, questo risparmio diventa ancora più evidente. Che dire della comodità di utilizzo? Niente più problemi di parcheggio, agilità in mezzo al traffico e libertà di trasportarlo ovunque si crede. Esistono infatti numerosi modelli pieghevoli che possono facilmente essere portati ovunque si vuole. 

Quali sono le valutazioni da fare prima di acquistarne uno? 

Batteria 

L’autonomia della batteria è uno dei primi fattori da prendere in considerazione. In generale, una batteria ha un’autonomia di 20-25 km, dopo i quali dovremo rimetterla a ricaricare. E’ da mettere in conto che con il tempo questa tenderà a scaricarsi più velocemente. Possiamo comunque prolungare la sua vita evitando di ricaricarla dopo l’utilizzo del monopattino e non lasciandola in carica più del dovuto. 

Tipo di ruote

Gli pneumatici sono essenzialmente di due tipi: a camera d’aria e pieni. I primi necessitano di qualche attenzione in più. Possono infatti forarsi e richiedono un controllo regolare della pressione dell’aria per mantenere un buon grip sulla superficie. D’altra parte garantiscono un ammortizzamento migliore rispetto a quelli pieni. Per gli pneumatici pieni dovremo semplicemente verificare lo stato di usura del battistrada. 

Possibilità di ripiegarlo 

Questa possibilità si rivela molto utile per chi deve seguire dei percorsi ibridi e salire, per esempio, sull’autobus o sulla metro per un tratto. E’ una bella comodità anche per chi non sa dove parcheggiarlo e può portarlo direttamente con sé sul posto di lavoro. 

Peso massimo sopportabile

I modelli ultraleggeri di solito possono sopportare un peso che non supera i 90 kg. Ecco perché dovremmo scegliere un modello che tenga conto del nostro peso e con un motore abbastanza potente. 

Posizione del motore

Il motore può essere posizionato in diversi punti del monopattino. Sconsigliamo quelli che montano il motore all’interno del manubrio o vicino alla ruota anteriore. Questi tendono infatti ad essere meno stabili. Il motore vicino alla ruota posteriore è invece ideale per garantire un miglior livello di stabilità durante la guida. 

Come prendersene cura

Per mantenere in buono stato un monopattino elettrico dovremo mettere in atto alcune accortezze. Innanzitutto non lasciamolo mai esposto alle intemperie. Sia la batteria che la carrozzeria ne risentiranno. 

Verifichiamo periodicamente lo stato delle pastiglie dei freni, un po’ come accade per le automobili, e sostituiamole quando sono troppo usurate. 

Non aspettiamo che la batteria sia completamente scarica prima di metterla nuovamente in carica. 

Non dimentichiamo di lubrificare le parti mobili, come il manubrio, le sospensioni o il punto di piegamento. 

Ora sappiamo tutto quello che ci serve per scegliere il monopattino elettrico perfetto per noi e mantenerlo in buono stato il più a lungo possibile.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter