Idee & Consigli

Dove vanno smaltite le cartucce esauste a Bergamo

Dove vanno smaltite le cartucce esauste a Bergamo
Idee & Consigli 19 Luglio 2022 ore 14:11

Le cartucce, una volta divenute esauste, sono da considerarsi a tutti gli effetti dei rifiuti speciali, per quanto non pericolosi, di conseguenza bisogna tenere in considerazione degli iter specifici che andiamo subito a scoprire.

Tali procedure, è utile sottolinearlo, riguardano cartucce di qualsiasi tipologia, a prescindere dal fatto che si tratti di modelli originali oppure di cartucce compatibili, prodotti ormai ampiamente trattati anche online da e-commerce blasonati come TuttoCartucce.

Le cartucce esauste sono dei rifiuti speciali

Iniziamo subito col fornire un’informazione fondamentale: le cartucce esauste non sono smaltibili nella differenziata, dunque non possono essere gettate nei bidoni del secco residuo, della plastica, men che meno, ovviamente in quelli dell’umido o della carta.

Le cartucce esauste, ovvero i consumabili delle stampanti che siamo soliti utilizzare sia in casa che in ufficio, sono un tipo di rifiuto che molti cittadini faticano ad identificare a livello di procedure di smaltimento: dove bisogna gettarlo?

Cerchiamo di fare chiarezza, in modo che i cittadini, di Bergamo come anche di altre province, sappiano bene come muoversi dinanzi alla necessità di smaltire questo tipo di articoli.

Necessario far riferimento alle isole ecologiche

I rifiuti speciali devono necessariamente essere conferiti presso strutture apposite gestite a carattere comunale, le quali sono chiamate “isole ecologiche”, “centri di raccolta”, “centri green” e in tanti altri modi ancora.

A Bergamo la società che si occupa della gestione dei rifiuti a carattere urbano, dunque anche delle isole ecologiche della zona e di tutti i servizi attivi, è Aprica S.p.A., di conseguenza per tutte le informazioni ufficiali si rimanda al relativo sito Internet ufficiale.

Si può sottolineare, ad ogni modo, che la struttura si trova nella città bergamasca in Via Goltara n.23, in zona Grumellina, ed è in grado di accogliere, tra le varie tipologie di rifiuto, anche le cartucce esauste.

Il conferimento di cartucce esauste è sempre gratuito

A questo punto, molti cittadini si staranno probabilmente chiedendo: ma conferire delle cartucce esauste è un’operazione a pagamento? La risposta è no, assolutamente: i cittadini privati che hanno la necessità di conferire dei rifiuti speciali, non devono pagare assolutamente nulla.

Quanto detto vale sia per Bergamo che per qualsiasi altra provincia italiana, ed è bene che questo concetto sia ben chiaro: smaltire in modo inappropriato delle cartucce esauste o qualsiasi altro tipo di rifiuto che va consegnato ad un centro di raccolta con l’obiettivo di risparmiare è un qualcosa che, oltre ad essere del tutto irresponsabile, non ha alcun senso, proprio perché non si spenderebbe comunque nulla.

Di fatto, dunque, l’unico fastidio per il cittadino è quello di dover raggiungere il centro di raccolta più vicino, ma ovviamente non è detto che un rifiuto debba essere consegnato non appena è andato ad esaurirsi: se si parla di cartucce esauste, ovvero appunto di rifiuti piccoli, leggeri e facilmente impilabili, l’ideale può essere accumularne un po’, magari conservandoli in un contenitore, in modo da ridurre i viaggi verso il centro più vicino.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter