Idee & Consigli

I diversi utilizzi del vetro in cucina

I diversi utilizzi del vetro in cucina
Idee & Consigli 29 Luglio 2022 ore 16:30

Il vetro è un materiale sostenibile, igienico, riutilizzabile e per questo è sempre più apprezzato, soprattutto in cucina. I recipienti di plastica vengono ormai sostituiti con i vasetti di vetro, in cui si può raggruppare la pasta, il riso, i cereali e molto altro. Grazie alla trasparenza del vetro, non serve specificare ciò che c’è dentro, anche se inserire un’etichetta può essere una scelta di stile. I vasi di vetro hanno un gusto retrò, una chiusura ermetica e si possono riutilizzare davvero all’infinito. Non a caso il vetro è un materiale perfetto per cibi e bevande, perché è naturale e del tutto igienico, l’importante è tenerlo pulito. Se abbiamo un’attività e vogliamo offrire ai clienti dei contenitori sostenibili ma allo stesso tempo belli e pratici, possiamo dare uno sguardo ai prodotti di www.vetroelite.com, che mette a disposizione tantissime forme e design differenti.

Perché utilizzare il vetro in cucina

Mentre alcuni materiali possono rilasciare sostanze nocive se vengono a contatto con calore e cibi grassi, il vetro è inerte e inattaccabile, caratteristiche che lo identificano come un materiale perfetto per la cucina. Ha un basso rischio di interazione con i cibi, non assorbe odori e non si macchia, sopporta le temperature alte e si pulisce facilmente. Il vetro può essere usato per preparare e conservare cibi, ad esempio le teglie di vetro borosilicato sono sicure e resistenti agli sbalzi termici. Ovviamente il vetro è un materiale delicato e va maneggiato con cura, ma allo stesso tempo è resistente: a meno che non ci cada per terra, è difficile che si rompa!

Anche per quanto riguarda la dispensa il vetro si conferma un materiale perfetto: si possono conservare gli ingredienti di tutti i tipi, anche acquistati sfusi, nei barattoli in vetro. Si possono tenere anche in frigo, sono belli da vedere oltre che funzionali, ed è facile trovare ciò che ci serve grazie alla trasparenza del materiale. L’estetica nei recipienti di vetro è un punto di forza, si possono portare a tavola utilizzando anche un coperchio sempre in vetro. Il vetro è infatti elegante e raffinato, riesce a rendere più fine qualsiasi tavola e ogni bottiglia può avere un tipo diverso di bevanda, con una sua etichetta personalizzata.

Cosa conservare nei recipienti in vetro

Il vetro in cucina può essere usato per diversi scopi: bottiglie in vetro per olio e aceto, packaging alimentare in vetro, bottiglie in vetro per vino, tappi in vetro. A seconda della grandezza del recipiente si possono conservare diversi tipi di alimenti: legumi secchi, farine, pasta e riso, cereali per la colazione oppure spezie, semi, superfood. I vasi di vetro sono l’ideale anche per conservare gli avanzi in frigo o i legumi rimasti dentro la lattina che non si può richiudere, un sugo fresco o altri cibi che devono essere conservati adeguatamente.

Per una scelta ancora più sostenibile bisognerebbe evitare di buttare i vasi di vetro di marmellate o conserve, ma lavarli e riutilizzarli. Se non ci servono o non vogliamo conservare i cibi perché come vasi sono troppo piccoli, li possiamo sempre utilizzare per confezionare dei regali fai da te. Basta togliere le etichette e i residui di colla, igienizzando con l’aceto o il sapone. Se il coperchio è inutilizzabile, possiamo acquistare un tappo in vetro, basta fare attenzione di sceglierlo della dimensione giusta. I recipienti in vetro possono essere usati anche fuori casa, ad esempio come lunch-box per il lavoro, oppure per un pic nic al parco. Sono diverse quindi le persone che acquistano questi prodotti ma tutte hanno una cosa in comune: l’amore verso l’ambiente e la voglia di fare scelte sempre più sostenibili.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter