Idee & Consigli

Mangimi complementari contro la diarrea del gatto

Mangimi complementari contro la diarrea del gatto
Idee & Consigli 29 Marzo 2022 ore 11:07

I disturbi gastrointestinali si possono senz’altro classificare tra le problematiche maggiormente diffuse e comuni nell’ambito della medicina veterinaria. Spesso e volentieri, uno dei sintomi che si manifestano con maggiore intensità e vigore è rappresentato dalla diarrea.

In base a quello che è lo stile di vita del gatto, tra l’altro, il padrone si potrà accorgere anche in ritardo, a volte, di come le abitudini del felino si siano modificate in termini di igiene. Non solo, dal momento che i gatti hanno delle necessità piuttosto importanti dal punto di vista della toelettatura e, di conseguenza, in determinate occasioni potrebbe anche non esserci alcun segnale in riferimento all’insorgere della diarrea, in modo particolare quando quest’ultimo problema si trova nella sua fase iniziale. Ecco perché le visite veterinarie che si possono considerare di routine rivestono un’importanza fondamentale.

L’importanza di un approccio dietetico integrato

Proprio per assicurare un supporto fondamentale nella dieta dell’animale, è importante avere un approccio dietetico integrato, che può tornare decisamente utile in tutti i casi di diarrea acuta, ma anche nel corso della fase di convalescenza successive, così come per affrontare tutte quelle difficoltà che possono intervenire in seguito a livello della digestione.

Su florentero.it ci sono diversi prodotti che offrono la possibilità di stabilizzare la digestione fisiologica. Ad esempio, Florentero ACT può essere sfruttato nel caso in cui il gatto abbia una serie di disturbi a livello digestivo, in modo particolare da utilizzare qualora tali disturbi si ripresentino anche nel corso della fase di convalescenza. Florentero FAST, invece, è un’ottima soluzione per contrastare in maniera più che efficace la diarrea acuta e tutti quei disturbi che sono collegati all’assorbimento intestinale. Questo prodotto può tornare decisamente utile per andare a rafforzare lo stato immunitario e, al contempo, per garantire un pieno ripristino dell’equilibrio idrosalino corretto.

Attenzione all’alimentazione

È chiaro che una dieta di un gatto che soffre per colpa della diarrea deve essere diversa rispetto a quella di un altro esemplare che non ha nulla. Infatti, deve essere adeguata rispetto allo stomaco in difficoltà del felino, tenendo conto di come serva somministrare solamente cibi molto leggeri.

Nella maggior parte dei casi, quando la diarrea tende a manifestarsi senza altri sintomi correlati, la cosa migliore da fare è quella di optare per un’alimentazione normale, senza eccessi, dato che sono proprio i cambiamenti repentino che potrebbero, vista la situazione, portare a un peggioramento, andando a condizionare in maniera negativa la flora nell’intestino. Nel caso in cui la diarrea insorga in forma acuta, è chiaro che sarà il medico veterinario a suggerire la cura più adatta alle esigenze dell’animale.

Ad ogni modo, è bene mettere in evidenza come il cibo umido si possa considerare l’alimentazione più adatta a un gatto che soffre di diarrea. Infatti, tende a diventare un’ottima soluzione anche per garantire un adeguato livello di idratazione al felino stesso, vista l’importanza di reintegrare tutti quei liquidi che vengono persi per colpa della diarrea.

Nel caso in cui l’intenzione fosse quella di evitare le scatolette di umido e puntare su un’alimentazione molto più casalinga, ecco che si dovrebbe optare per dei piatti a base di pollo bollito, piuttosto che pesce in bianco. Entrambi i cibi devono essere cucinati in acqua, in maniera tale da consentire al felino di riassorbire anche parte dei liquidi che ha perso con gli attacchi di diarrea.

Infine, è bene approfondire un aspetto su cui tante persone tendono spesso e volentieri a farsi numerose domande, ovvero se il gatto dovrebbe stare a digiuno quando ha la diarrea. In realtà questo approccio è sbagliato, anche se è chiaro che non bisogna nemmeno eccedere con il quantitativo di cibo da somministrare all’animale, altrimenti tenderà a guarire molto meno in fretta. 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter