Idee & Consigli

Perché il SEO è il miglior investimento per la vostra azienda?

Perché il SEO è il miglior investimento per la vostra azienda?
Idee & Consigli 03 Settembre 2022 ore 08:12

Sempre più aziende si affacciano nel mondo del digitale per dare un altro respiro alla propria attività, per mettere in una vetrina potenzialmente illimitata i propri prodotti, di qualsiasi genere essi siano. In tanti però commettono ancora l’errore di gestire il sito aziendale senza una vera e propria strategia. Ecco perché investire sulla Seo è il miglior modo possibile per sfruttare tutte le potenzialità del web. Non tutti sonoE però in grado di adottare una SEO Strategy in grado di portare benefici, anzi. Il “fai da te”, se non supportato da competenze di alto livello, è sconsigliato. L’agenzia di posizionamento SEO Eskimoz, per esempio, si occupa di consulenze per aziende e piccole-medio imprese, al fine di ottimizzarne la visibilità su Google e sui motori di ricerca.

Considerato che l’uomo è curioso per natura, alla ricerca continua di modi per risolvere problemi o di posti e luoghi da scoprire, è bene che il proprio sito sia nelle prime posizioni tra le risposte cercate. Investire sulla SEO è fondamentale per ottenere una buona visibilità online. Il rischio, in caso contrario, è che nonostante i contenuti presenti sul sito aziendale siano interessanti, pochi utenti li vedano a causa di una concorrenza sempre più spietata e competittiva. Sarebbe come aprire un’attività economica su strada, senza però mettere un’insegna, abbellire la vetrina, pubblicizzare il proprio negozio. L’investimento è quindi caldamente consigliato, ma va ponderato e commisurato rispetto al budget stabilito.

Le consulenze digitali vanno ormai per la maggiore ed ecco che per orientarsi all’interno di un contesto più che mai vario, è sempre bene rivolgersi a professionisti che abbiano già ottenuto risultati comprovati e maturato esperienza. L’errore da non commettere è quello di pensare che la SEO sia un’entità in grado di “mettersi a posto da sola”, a costo zero. Il traffico organico va generato con impegno, costanza, pazienza e soprattutto strategia: ottenere risultati in breve tempo è impossibile, ma con la giusta attenzione, nel medio e lungo termine i benefici saranno evidenti e soprattutto destinati a durare nel tempo. Mese dopo mese, anno dopo anno.

Chi pensa che non sia necessario investire sulla SEO si sbaglia: ancora oggi, circa il 90% delle sessioni online incomincia con una parola chiave digitata da una persona su un motore di ricerca. Anche ai tempi dei social, quest’attività rimane fondamentale .

Quando ci si pone la fatidica domanda se investire o non investire nella SEO, va poi considerato il costo relativo al “non agire”. Al non investire. Sì, perché seppur difficile da stabilire con precisione, anche “stare fermi” ha un costo: quello del mancato guadagno. Ma non solo. I competitor che decideranno di investire nella SEO acquisiranno un vantaggio che, con il passare del tempo, renderà il gap sempre più difficile da colmare. Un aspetto che si è poi soliti considerare è di effettuare un altro tipo di investimento, differente dalla SEO: la pubblicità diretta, un diverso metodo di comunicazione, un investimento sui social. Va subito sgomberato il campo da ogni equivoco, perché ogni canale ha un suo obiettivo e una sua funzionalità. Investire sui social, potrà certamente portare un leggero ritorno per il sito in termini di investimento, ma è facile prevedere che migliorerà il coinvolgimento del pubblico all’interno del social stesso. Ottimizzare il posizionamento del proprio sito web, soprattutto se quest’ultimo è stato creato con cura e pensato per coinvolgere più settori dell’attività, permette invece di fare da traino all’azienda, migliorando la notorietà del brand, e di riflesso valorizzarne ogni singolo aspetto.

E’ inoltre un dato di fatto: l’algoritmo di Google, che abbiamo detto essere il principale motore di ricerca (il secondo è Youtube), è in costante evoluzione. Viene infatti aggiornato più volte all’anno e rimanere al passo con le novità introdotte ciclicamente non è semplice, anzi quasi impossibile. Avere un team preposto alla cura della SEO, permette di aggiornare di conseguenza il proprio sito e di sviluppare un vantaggio sui competitor, non sempre al passo con i tempi.

Per fare un esempio, nel corso degli anni il traffico web si è spostato sempre di più da dispositivi fissi a mobile. Questo, di conseguenza, ha determinato cambiamenti importanti all’interno delle strutture web stesse. Eppure, ancora oggi, non tutti i siti hanno l’ottimizzazione responsive (la visualizzazione da smartphone, per intenderci).  Un altro concetto che ha assunto un’importanza rilevante è quello relativo alla geolocalizzazione, sempre legata all’utilizzo dei dispositivi mobile. Quante volte, facendo una ricerca, Google ci indica un’attività, un posto, un luogo “vicini a noi”? Avere una local SEO Strategy può fare la differenza.

Ribadito quindi quanto sia importante investire nella SEO, va però sottolineato un concetto molto importante: anche in questo campo, non bisogna mai fare il passo più lungo della gamba e investire in base al proprio budget. Ogni realtà, dalla più piccola alla più grande, può infatti concordare un piano in linea con le proprie esigenze e disponibilità economiche. Concordare con un professionista del settore una strategia è importante: il consiglio è poi quello di porsi obiettivi a breve, medio e lungo termine. Pazientare e commisurare gli investimenti, porterà innegabili benefici al sito aziendale.

In ultimo, va sottolineato come investire nella SEO e utilizzare tecniche simili per alimentare il proprio business è anche relativamente “economico” se comparato ad altri tipi di investimento ben più costosi. La condizione sine qua non da tenere in considerazione prima di iniziare questo continuo scambio tra sito e motore di ricerca è però una: prevedere di realizzare tanti contenuti, il più possibile originali e di qualità. La SEO, infatti, non può far altro che ottimizzare un sito web, valorizzarlo, promuoverlo nel migliore dei modi. Ma è sempre indispensabile far sì che il sito venga aggiornato con costanza, frequenza e che i contenuti divulgati siano unici. E’ una regola semplice, basilare, ma dalla quale non si può prescindere. Solo con un prodotto di livello, meritevole, la strategia SEO potrà essere in grado di fare la differenza. Una volta realizzata questa combo, per un’azienda sarà solo tempo di sorridere e ringraziare il giorno in cui si è scelto di investire nella SEO.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter