Menu
Cerca
Fotografia

Quale fotocamera portare in vacanza?

La fotocamera giusta per ogni scatto

Quale fotocamera portare in vacanza?
Idee & Consigli 21 Agosto 2020 ore 06:00

Finalmente si parte! Per la montagna, il mare o una bella città. Per un viaggio intorno al mondo o per un piccolo – ma sempre gradito – week end all’insegna del relax. Tanti progetti diversi, ma di sicuro un punto in comune: non mancheranno le foto. Per condividerle sui social o solo per conservare i ricordi, ormai nessuno di noi manca di fare almeno un paio di foto quando parte in viaggio.

Ed è qui che sorge il dubbio: meglio sacrificare un po’ di spazio ma portare un modello super performante con tanti obiettivi, o basta lo smartphone? Drone o compatta? Probabilmente una risposta univoca non esiste, e sicuramente non sarebbe utile. Ma in questo articolo vi daremo alcune linee guida per capire e scegliere cosa si adatta meglio alle vostre necessità e ai vostri gusti.

Fotocamere compatte

Cominciamo da uno dei modelli più diffusi e più popolari. Le fotocamere compatte sono la versione digitale delle fotocamere a rullino per uso domestico che un tempo avevamo tutti in casa. L’entrata sul mercato delle compatte digitali ha fatto sì che le fotocamere tornassero di moda, e i modelli di ultima generazione offrono notevoli migliorie in termini di prestazioni. Certo non parliamo di qualità allo stesso livello delle reflex, ma si realizzano in ogni caso buoni scatti e video in HD. Se non hai limiti di budget, acquista una tra le migliori macchine fotografiche compatte sul mercato, che spesso realizzano foto di qualità simile a quella delle reflex più economiche.

Inoltre hanno uno schermo e dei flash funzionali, e possono essere utilizzate sia in modalità manuale che con diversi preset. Ultimo, ma non ultimo, possono essere inserite in custodie waterproof per foto subacquee, e sono comodissime da mettere in valigia.

Fotocamere ibride

Anche note con il nome di mirrorless, sono fotocamere che si inseriscono in una posizione intermedia tra le reflex e le compatte, offrendo peraltro un eccellente compromesso. Sono leggere e piccole, anche se non quanto le compatte, e offrono scatti di qualità nonostante si utilizzi un solo obiettivo. Ideali per chi è alla sua prima fotocamera o sta sostituendo una compatta, mentre per chi ha posseduto una reflex possono essere percepite come un passo indietro. Il contro? Una buona mirrorless costa quanto una reflex entry level. La scelta quindi dipende piuttosto da fattori come peso e ingombro.

Fotocamere reflex

Che siano entry level o di livello professionale, le reflex sono l’ambizione di tutti gli aspiranti fotografi. Principalmente per via della possibilità di cambiare più lenti, e dell’ottima qualità delle foto. I contro, tuttavia, sono tanti, e tendenzialmente spingono le persone a non scegliere le reflex come fotocamere da portare in vacanza. Anzitutto il prezzo elevato. E in secondo luogo, la delicatezza della strumentazione, che non può essere semplicemente sistemata in valigia, ma richiede una custodia apposita. Il che ci porta al terzo punto: è necessario sacrificare dello spazio e del peso nel bagaglio.

Camere POV, le sportive come la GoPro

Camere POV, come la GoPro, sono le fotocamere utilizzate dagli amanti dell’avventura e degli sport outdoor. Si montano praticamente ovunque: sulla maschera da sci o subacquea, sul manubrio della bici, sul casco da snowboard. Originali nel loro genere, perché offrono il punto di vista di chi le indossa, realizzando video assolutamente insoliti. Si usano anche sott’acqua, e ormai è possibile trovare sul mercato anche dei buoni modelli a prezzi ragionevoli. Tuttavia, non sempre offrono prestazioni eccelse, e alcune non hanno uno schermo per cui vanno collegate al laptop o allo smartphone per guardare le immagini.

Le fotocamere dello smartphone

Portatili, occupano poco spazio, e nella maggior parte dei modelli montano lenti di ottima qualità ormai anche nella fotocamera frontale. Alcuni smartphone in commercio, inoltre, hanno fotocamere posteriori con più di un obiettivo, per offrire il massimo delle prestazioni. Consentono di postare immediatamente le immagini sui social, e, cosa ancor più importante, si tratta di avere due gadget in uno, risparmiando spazio e non pesando sul bagaglio. Questo però significa anche che la scheda di memoria e la batteria avranno prestazioni limitate per via degli altri usi che si fanno dello smartphone. Infine, spesso non è possibile modificare la focalizzazione in base alle diverse condizioni di luce.

Ad ogni uso la sua fotocamera

Come abbiamo detto, una risposta univoca sarebbe inutile. La scelta della fotocamera da portare in vacanza dipende infatti dall’uso che si intende farne. Per chi desidera avvicinarsi alla fotografia professionale, o farne un hobby serio, una reflex entry level è sicuramente la scelta migliore, mentre è assolutamente sconsigliata per immersioni, scalate e gite in mountain bike. Per fare tanti video senza preoccuparsi troppo della qualità, una compatta e una fotocamera sportiva pov sono una scelta perfetta.

Le mirrorless e alcune compatte sono invece ottime per chi voglia documentare ogni aspetto del viaggio, e ha bisogno di viaggiare comodo e leggero. Infine, chi mette al primo posto la voglia di pubblicare immediatamente sui social gli scatti, troverà nella fotocamera dello smartphone tutto ciò che gli serve per una vacanza perfetta.