più o meno come l'anno scorso

La ripartenza della scuola, tra ingressi scaglionati (alle 8 e alle 10) e la novità Green Pass

A settembre circa il 70 per cento degli studenti dovrebbe entrare in classe alle 8, gli altri alle 10.

La ripartenza della scuola, tra ingressi scaglionati (alle 8 e alle 10) e la novità Green Pass
Scuola Bergamo, 25 Agosto 2021 ore 09:16

Mascherine obbligatorie (a partire dai sei anni), un metro di distanza tra ciascun banco, orari di entrata e uscita scaglionati. Introduzione dell’obbligo del green pass per il personale scolastico a parte, il ritorno in classe per i bergamaschi, il prossimo 13 settembre, sarà la fotocopia dell’anno scorso.

Per evitare che a bordo dei mezzi pubblici ci si ammassi nel disperato tentativo di trovare un posto libero, anche il piano elaborato dal trasporto pubblico locale sarà un copione già visto nell’ultima parte del 2020: a settembre circa il 70 per cento degli studenti dovrebbe entrare in classe alle 8, gli altri alle 10. Già previsto un aumento delle corse degli autobus, sia lungo le tratte urbane sia su quelle extraurbane (rispettivamente del 30 e del 40 per cento circa); un potenziamento del servizio garantito anche dalla sessantina di pullman aggiuntivi noleggiati da compagnie private.

Ma a tenere banco, quando si parla di ritorno a scuola, è soprattutto il nodo legato al Green Pass e ai controlli che dovranno essere svolti dai presidi. Da settembre il personale docente e Ata (amministrativi, tecnici e ausiliari) dovrà esibire la certificazione per entrare a scuola, altrimenti verrà sospeso dal lavoro senza il pagamento dello stipendio dopo cinque giorni di assenza ingiustificata. I presidi avranno poi anche la facoltà di sanzionare il personale non in regola con multe da 400 a mille euro.

Proprio i dirigenti scolastici sono in attesa di indicazioni più precise e dettagliate sulle modalità con cui effettuare i controlli. Una delle possibili criticità sollevate sta nel fatto che le verifiche dovrebbero essere effettuate tutti i giorni e ogni volta che un dipendente entra a scuola perché l’applicazione fornita dal Ministero mostra solo se la persona è in possesso del Green Pass oppure no (e non, per esempio, la scadenza della certificazione).