Menu
Cerca
Match combattuto

Foto e cronaca del derby di basket tra Bergamo e Treviglio, vinto dai biancoblu

La BCC si impone sulla WithU, al PalaAgnelli, per 76 a 73. I gialloneri partono male, ma i bassaioli non prendono il largo e rischiano di farsi riprendere nel finale combattuto

Foto e cronaca del derby di basket tra Bergamo e Treviglio, vinto dai biancoblu
Sport Bergamo, 01 Febbraio 2021 ore 09:21

di Onofrio Zirafi

La BCC Treviglio espugna il PalaAgnelli e mette le mani sul derby col punteggio di 73-76; sempre più inguaiata, dal canto suo, la WithU Bergamo, che rimane a quota 2 punti (nelle vesti di fanalino di coda) ma soprattutto a -6 dalla penultima forza del girone Verde Edilnol Biella, appena rinforzatasi proprio con l’ex giallonero Jeffrey Carroll (in uscita da Treviso di A1).

A sospingere le sorti trevigliesi, in primis, un Borra formato deluxe da 24 punti, 11 rimbalzi e 2 assist, che ha dominato i pari-ruolo avversari; sul fronte opposto i Calvani-boys regalano sostanzialmente due quarti e mezzo ai viaggianti, salvo poi dare fiato alla rimonta nelle battute conclusive (recuperando dal -19 al -2) ma senza centrare il risultato sperato.

Come detto, dopo il canestro iniziale di Purvis in mezza transizione, i cittadini sbattono contro la difesa tattica dei biancoblu di coach Devis Cagnardi, mentre il trio Reati-Borra-Pepe mette la freccia (6-11 al 4’). Senza idee in attacco e in grandissima difficoltà nel prendere vantaggi, Zugno e compagni peccano anche di attenzione e mordente in fase difensiva e a rimbalzo, lasciando agli avversari il controllo dei pitturati. Pullazi è comunque un fattore dalla panchina, ma con Pepe e Borra scatenati (rispettivamente 9 e 5 punti nel solo primo quarto) il +7 di fine primo quarto va quasi stretto alla BCC (15-22 al 10’).

17 foto Sfoglia la gallery

Nel secondo periodo di gioco Bergamo è sostanzialmente non pervenuta e vede le sue criticità allargarsi a macchia d’olio, di pari passo con il parziale avversario. Dopo Borra anche D’Almeida partecipa alla caccia all’oro sotto il ferro avversario (per i pivot di Treviglio due schiacciate a testa soltanto nei primi due quarti), mentre anche sul perimetro aiuti e chiusure operati dai cittadini sono perennemente tardivi e spesso puniti (21-30 al 14’; 23-37 al 17’). Qualche lampo di Parravicini e Masciadri non donano comunque all’attacco giallo-nero la continuità necessaria, mentre sul finale le realizzazioni di Reati, Zugno, D’Almeida e Purvis apparecchiano il 29-43 di metà partita.

Al rientro dagli spogliatoi la bomba del folletto Frazier e quattro punti in fila di Borra valgono il massimo vantaggio ospite (31-50 al 22’), ma in questo scenario è il redivivo Zugno (spalleggiato da Masciadri) ad accendere le polveri da oltre l’arco, mentre Treviglio deve fare i conti anche con il precoce raggiungimento del bonus falli di squadra. Sull’insperato 49-55 del 28’ un time-out di Cagnardi è provvidenziale poiché porta in dote la tripla di Frazier e anche quella di un Nikolic generosissimo (per lui anche 6 assist e 5 rimbalzi), due giocate che certificano il 51-61 del 30’ di gioco.

Il quarto quarto si apre nel segno di un ritrovato Parravicini (due triple per lui), ma un indemoniato Borra risponde colpo su colpo con mano educata anche dalla media distanza. Sul 61-67 al 35’ la bomba di Nikolic sembra indirizzare il match, ma di nuovo i cittadini trovano la forza di reagire con Pullazi e capitan Zugno, autore di altre due bordate dai 6.75 (4/5 complessivo per lui) che valgono il 69-74 al 38'.

Le ultime battute sono a dir poco rocambolesche: Easley da sotto sancisce il -3, Borra sbaglia due personali e poi Frazier stoppa incredibilmente Parravicini che stava scagliando il tiro del possibile pareggio. A seguire un Frazier in versione Houdini passa in mezzo ai due difensori nel pick and roll e regala altri due viaggi in lunetta a Borra, che però fa 1/2; la penetrazione vincente di Parravicini ed un altro 1/2 ai liberi di Pepe concedono quindi ai giallo-neri l’ultimo possesso con meno di 7’’ sul cronometro e sotto di tre punti (73-76). Ne esce però una rimessa che è un mezzo pasticcio: Zugno da terra la passa a Purvis, ma l’ultimo tiro dell’ex Orlando Magic è soltanto una preghiera senza speranze di essere esaudita, che accende l’esultanza post-gara del team bassaiolo.

WithU Bergamo 73 - BCC Treviglio 76

Parziali: 15-22 / 14-21 / 22-18 / 22-15

WithU Bergamo: Zugno 16, Pullazi 16, Purvis 12, Easley 10, Parravicini 10, Masciadri 7, Vecerina 2, Da Campo, Bedini, Seck, Riboli ne, Siciliano ne.

BCC Treviglio: Borra 24, Pepe 16, Nikolic 11, Frazier 10, D’Almeida 8, Reati 5, Matteo Bogliardi 2, Lupusor, Sarto, Corini ne, Manenti ne, Amboni ne.