Menu
Cerca
San Pellegrino Terme

Giro d’Italia Under 23, il futuro del ciclismo passa dalla Bergamasca

La manifestazione arriva in Val Brembana martedì 8 giugno

Giro d’Italia Under 23, il futuro del ciclismo passa dalla Bergamasca
Sport Val Brembana e Imagna, 18 Marzo 2021 ore 10:12

Dopo dieci anni il Giro d’Italia torna a San Pellegrino Terme, ma questa volta si tratta della corsa a tappe riservata alle giovani promesse del ciclismo su strada internazionale: la nota località termale della Val Brembana, sarà sede di arrivo di una tappa del Giro d’Italia Giovani U23 edizione 2021: l’appuntamento è fissato per martedì 8 giugno, sulla stessa linea d’arrivo che nel 2011 ospitò l’arrivo della corsa rosa dei professionisti.

Giunta alla 44esima edizione, la gara a tappe più importante al mondo per ciclisti U23 rappresenta una occasione di visibilità per il territorio orobico e si conferma trampolino di lancio e occasione di sfida per i migliori talenti mondiali.

Risale a pochi giorni fa il sopralluogo a San Pellegrino Terme della delegazione di organizzatori del Giro d’Italia Giovani U23 per le valutazioni logistiche e di sicurezza, con attenzione particolare ai protocolli anti-Covid, ma è stata l’occasione per scendere in campo in vista di una “ripartenza” che tutti aspettano.

«Come amministrazione comunale siamo davvero soddisfatti di essere riusciti a portare a un arrivo di tappa del Giro Under23 e i futuri campioni del ciclismo mondiale – dice Stefano Tassis, assessore al turismo del comune bergamasco –. Vogliamo ridare un po’ di entusiasmo alla nostra cittadina e alla nostra valle: il Giro U23 è una iniziativa che si pone come un segnale di ripartenza intorno al quale ci auguriamo si stringano tutte le attività del nostro territorio che hanno così tanto sofferto in quest’ultimo anno».

Il percorso della sesta tappa del Giro d’Italia U23 è in via di definizione, e tra le varie ipotesi vi è anche quella del transito dei concorrenti sulla salita di Selvino, tra le più note ascese della bergamasca.

«La scelta di San Pellegrino come arrivo di tappa è stata dettata, oltre che da motivi di pianificazione dell’evento, dalla volontà di far passare la gara in un territorio mai esplorato dalla nostra manifestazione – dichiara Marco Selleri, organizzatore del Giro d’Italia Giovani U23 – sarà una tappa non semplice che si svolgerà prevalentemente in pianura, ma non mancheranno i chilometri di salita in gradi di dare filo da torcere ai giovani ciclisti».

A fare gli onori di casa Ivan Gotti, l’ex professionista su strada vincitore della maglia rosa nel 1997 e 1999 e residente a San Pellegrino: «Come in altre occasioni anche per l’arrivo del Giro d’Italia Giovani U23 in terra bergamasca, Promoeventi Sport chiederà agli ex professionisti su strada orobici di entrare nello staff del Comitato Tappa – commenta Ivan Gotti – perché oggi più che mai è necessario fare squadra e siamo certi che i tanti ex professionisti bergamaschi che hanno contribuito a scrivere la storia della nostra disciplina non faranno mancare il proprio supporto».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli