In cerca di una soluzione

La speranza dell'accordo brianzolo per salvare il basket a Treviglio

Un lumicino dopo il terremoto Mascio. Entro il 5 luglio occorre completare l'iter per l'iscrizione al campionato di Serie B

La speranza dell'accordo brianzolo per salvare il basket a Treviglio
Pubblicato:

Il basket a Treviglio rinasce dalle sue stesse ceneri, dopo il trasferimento della Blu basket a Orzinuovi per volere di Stefano Mascio. È infatti quasi ufficiale, almeno questo si mormora da ore nei corridoi del PalaFacchetti, un accordo con la Brianza Casa Basket di Bernareggio.

Il possibile accordo con la Brianza Basket

La società brianzola, che lo scorso anno ha già giocato a Treviglio, secondo quanto riportato da PrimaTreviglio avrebbe infatti deciso di aprire a una cordata di investitori trevigliesi, composta in gran parte da ex storici soci della Blu Basket.

Una mossa delicata, quella coordinata dagli ex soci trevigliesi, sulla quale grava anche l'incognita tempo: entro il 5 luglio occorre completare l'iter burocratico per l'iscrizione al campionato di serie B, quello da cui probabilmente - per diritto sportivo dei brianzoli - il basket trevigliese tornerà in campo.

Il trasferimento della società

Una ripartenza che arriva a poche settimane da uno dei traumi più gravi della cinquantennale storia del basket cittadino: il trasloco forzato a Orzinuovi della Blu basket, ad opera del presidente Mascio. Una rottura assolutamente improvvisa e accolta a Treviglio dai tifosi come una coltellata: in centinaia si erano dati appuntamento davanti al tempio del basket cittadino, il PalaFacchetti, per protestare contro una decisione che per loro calpestava cinquant'anni di storia.  Orfani della società e del suo diritto sportivo per militare in A2, Treviglio si era trovata di fatto senza una società di basket, costretta a ripartire dall'inizio.

I soci della nuova squadra

Ma fin dalle prime ore della crisi, gli storici soci della ex Blu Basket avevano lasciato intendere che un nuovo inizio era alle porte. Da qui, in poche settimane, i primi abboccamenti con la società brianzola di Bernareggio, che dopo una breve trattativa sarebbe pronta ad accettare.

Nella compagine sociale ci sarebbe peraltro anche un "ritorno al futuro": a rilevare le quote della società brianzola, insieme ad una serie di soci storici rimasti esclusi dalla gestione Mascio, ci sarebbe anche la famiglia Luinetti, storica famiglia imprenditoriale che controlla tra l'altro il pastificio "Mylena", che si trova nella zona industriale di via Panizzardo a Caravaggio, una società già "main sponsor" del basket trevigliese per diversi anni, nei primi Duemila.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali