Solo Olivotto, Smarzek e Sirressi restano

La Zanetti è un cantiere aperto In panchina si punta Gianni Caprara

La Zanetti è un cantiere aperto In panchina si punta Gianni Caprara
23 Aprile 2019 ore 06:30

Nonostante le dichiarazioni rilasciate una decina di giorni fa dal presidente Luciano Bonetti («Dispiace non aver centrato i playoff perché erano alla portata, ma questo ci consentirà di muoversi in anticipo sul mercato»), a oggi ancora nessuna ventata di novità è giunta a Bergamo. In casa Zanetti, infatti, si registrano solamente movimenti in uscita, mentre in entrata esiste soltanto qualche mormorio che però potrebbe rivelarsi ben più di una semplice voce. La prima riguarda Matteo Bertini, ancora sotto contratto anche per la stagione 2019/2020. Al tecnico non è ancora arrivata nessuna comunicazione ufficiale da via Albricci, ma quel che è certo è che la dirigenza rossoblù sta sondando diverse piste per portare in città un uomo, magari anche con un importante curriculum alle spalle, che possa rilanciare una piazza che negli ultimi due campionati non ha raggiunto gli obiettivi prefissati. Il primo nome accostato alla Zanetti è stato quello di Marcello Abbondanza, negli ultimi due anni in Polonia al Chemik Police, ma pare che i contatti con l’ex coach di Villa Cortese abbiano portato a una fumata grigia tendente al nero.

 

[Matteo Bertini, coach della Zanetti quest’anno]

 

Pertanto sembra che, per tornare ai vertici, il sodalizio bergamasco abbia virato in maniera decisa su Giovanni Caprara (nella foto in copertina, ndr), tecnico stimato e apprezzato a Bergamo essendo già transitato in città dal 1998 al 2000 come assistente di Marco Bonitta e dal 2003 al 2005 nelle vesti di primo allenatore vincendo uno scudetto, una Champions League, una Cev e una Supercoppa Italiana. Caprara è un allenatore esperto (classe 1962) che calca palcoscenici importanti da almeno una ventina d’anni, ha vinto un Mondiale e ottenuto due bronzi europei alla guida della Nazionale russa e nell’ultimo decennio ha conquistato due scudetti e due Coppe Italia a Piacenza e una Champions League con l’Eczacibasi.

4 foto Sfoglia la gallery

Per quanto concerne l’organico che sarà a disposizione del futuro tecnico – che sia Caprara, Abbondanza o qualche altro nome -, quel che è certo è che sarà quasi completamente rifondato, in quanto lo schieramento titolare dovrebbe vedere le sole conferme di Smarzek come opposta, Olivotto al centro e Sirressi libero. Il reparto dei palleggiatori, ad esempio, muterà nella sua totalità: Carlotta Cambi ha già le valigie pronte per trasferirsi a Cuneo, mentre Giulia Carraro dovrebbe accasarsi alla…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 22 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 25 aprile. In versione digitale, qui.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia