Verso le Olimpiadi invernali del 2026

L'appello di quattro sindaci della Presolana: «Creiamo un distretto diffuso dello sport»

I sindaci di Cerete, Fino del Monte, Onore e Songavazzo propongono ai colleghi di superare l'idea del progetto “Presolana Sport Valley” per lavorare a qualcosa di più grande

L'appello di quattro sindaci della Presolana: «Creiamo un distretto diffuso dello sport»
Sport Val Seriana, 10 Settembre 2021 ore 17:42

Le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026 sono un’occasione ghiotta non solo per le grandi città, ma soprattutto per rilanciare il turismo nei paesi delle valli bergamasche.

Per questa ragione i sindaci di Cerete, Fino del Monte, Onore e Songavazzo hanno lanciato un appello ai propri colleghi dell’altopiano di Clusone e della conca della Presolana: creare un “Distretto diffuso dello sport”, di rilevanza regionale, che ospiti strutture che attraggano atleti e appassionati delle discipline sportive all’aperto e al chiuso.

«Un vero e proprio progetto condiviso da tutti gli attori istituzionali del territorio – scrivono in un comunicato stampa congiunto -, dalle associazioni sportive e dilettantistiche, dalle istituzioni scolastiche ma anche dai tanti imprenditori che stanno investendo risorse per il turismo sportivo, può e deve essere l’obiettivo ultimo delle amministrazioni comunali per ricercare e intercettare finanziamenti regionali e nazionali».

I comuni di Cerete, Fino del Monte, Onore e Songavazzo ospitano infatti impianti, campi da calcio, tennis, pallavolo, beach volley, pareti di arrampicata, percorsi vita, aree per lo skateboard e una rete di sentieri che si sviluppa per diversi chilometri.

Vi e poi la palestra in acqua Marinoni a Rovetta, di cui sono comproprietari i sette comuni dell’altopiano (Castione della Presolana, Cerete, Clusone, Fino del Monte, Onore, Rovetta e Songavazzo), per non parlare del comprensorio del Monte Pora, che attrae sciatori ed escursionisti da tutta la provincia.

«Per questo – concludono i primi cittadini - proponiamo ai nostri colleghi sindaci che stanno promuovendo il progetto “Presolana Sport Valley” di gettare il cuore oltre l’ostacolo e di interpretare il motto olimpico “Più veloce, più alto, più forte insieme” mettendolo alla base di questo progetto e lavorando a un vero Distretto diffuso dello sport».