Le partite del weekend

Olimpia e Zanetti, Bergamo sorride (ma che fatica per le ragazze!)

Olimpia e Zanetti, Bergamo sorride (ma che fatica per le ragazze!)
09 Dicembre 2019 ore 15:51

Doppia affermazione per le bergamasche: la Zanetti Bergamo espugna Caserta al tie-break, mentre l’Olimpia Bergamo supera 3-0 la Kemas Lamipel Santa Croce.

 

 

Zanetti, che rischio! Brivido per la Zanetti Bergamo, che, avanti 2-0, si fa riacciuffare e riesce a imporsi soltanto al quinto set. Fenoglio conferma lo schieramento vincente contro Cuneo – Mirkovic in cabina di regia, Smarzek opposta, Melandri e Olivotto al centro, Mitchem e Loda in posto quattro e Sirressi libero – e la mossa sembra rivelarsi azzeccata. La squadra riceve bene, la serba smista con sufficiente varietà e si arriva repentinamente sullo 0-2 senza particolari intoppi. I guai iniziano a farsi sentire a partire dalla terza frazione di gioco, quando la Volalto – in campo con Bechis in palleggio, Castaneda opposta, Garzaro e Alhassan al centro, Gray e Cruz in banda e Ghilardi libero – alza il proprio standard e inizia a dare del filo da torcere alle rossoblù. La terza frazione si trasforma in una maratona, che però offre nuove possibilità alle padrone di casa abili a chiudere 35-33. La battaglia prosegue anche nel set successivo, con Bergamo che soccombe 26-24 ed è costretta al tie-break. Il periodo decisivo vede l’equilibrio fino al cambio-campo (7-8), poi le bergamasche allungano fino all’11-15 centrando il secondo successo consecutivo con Fenoglio al timone.

 

 

Tris Olimpia. Terza affermazione di fila per l’Olimpia Bergamo, che lotta e supera in tre set l’ostica Kemas Lamipel Santa Croce. La formazione allenata da Alessandro Spanakis – in campo con Garnica in cabina di regia, Wagner opposto, Erati e Cargioli al centro, Tiozzo e Della Lunga in posto quattro e Fusco libero – parte bene ma deve fare i conti con il ritorno di Santa Croce – schierata con Acquarone in palleggio, Padura Diaz opposto, Bargi e Larizza al centro, Krauchuk e Colli schiacciatori-ricettori e Catania libero – che prova a dare l’allungo decisivo. Bergamo alza il proprio rendimento e impatta, annulla set-point in rapida successione e va a chiudere la prima frazione di gioco sul 33-31. Nei due parziali successivi, i bergamaschi iniziano a sbagliare meno in battuta (10 nel solo primo set, 9 complessivi nei due successivi) e mantengono una maggiore lucidità, aggiudicandoseli entrambi con i punteggi di 25-22 e 25-21, ma soprattutto mostrando una netta superiorità nel terzo, chiuso con un 71% in attacco (57% complessivo).

 

Golden Tulip Volalto Caserta-Zanetti Bergamo 2-3
(17-25, 22-25, 35-33, 26-24, 11-15)

Golden Tulip Volalto Caserta: Alhassan 11, Dalia n.e., Ameri, Poll n.e., Holzer n.e., Ghilardi (L), Cruz 31, Gray 17, Castaneda 13, Garzaro 9, Bechis 2. Allenatore: Cuccarini.

Zanetti Bergamo: Smarzek 29, Imperiali n.e., Olivotto 15, Van Ryk n.e., Sirressi (L), Prandi, Samara, Melandri 7, Mirkovic 6, Civitico n.e., Loda 17, Mitchem 26. Allenatore: Fenoglio.

Arbitri: Ugo Feriozzi e Ilaria Vagni.

Durata set: 26’, 28’, 44’, 29’, 19’. Totale 146’.

Note: aces 2-5, errori in battuta 11-12, muri 5-15.

 

Olimpia Bergamo-Kemas Lamipel Santa Croce 3-0
(33-31, 25-22, 25-21)

Olimpia Bergamo: Erati 6, Cargioli 7, Tiozzo 16, Della Lunga 9, Pereira 17, Garnica 3, Gritti, Fusco, Zonta, Preti. Non entrati: Signorelli, Saturnino, Battaglia, Alborghetti. Allenatore: Spanakis.

Kemas Lamipel Santa Croce: Krauchuk 8, Bargi 3, Padura 14, Acquarone 2, Larizza 7, Marra 2, Colli 8, Mazzon 3, Catania. Non entrati: Andreini, Mannucci, Turri, Di Marco. Allenatore: Pagliai.

Arbitri: Serafin Denis e Giardini Massimiliano.

Durata set: 41′, 31′, 28′. Totale 100′.

Note: muri 8-8, aces 3-3, errori in battuta 19-17.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia