Dalla Serie A2 alla Promozione

Il punto sul basket bergamasco La BB14 dà forma ai propri sogni

Il punto sul basket bergamasco La BB14 dà forma ai propri sogni
22 Maggio 2019 ore 10:37

Da volo pindarico a concreta ed esaltante realtà: la Bergamo Basket 2014 dà forma ai propri sogni e chiude addirittura sul 3-1 la seconda serie playoff di Serie A2 Old Wild West con l’XL Extralight Montegranaro di coach Pancotto, formazione di rango dotata di una rotazione ben più lunga dei gialloneri, peraltro privi dell’americano Taylor per tutta la serie. I Dell’Agnello-boys capitalizzano il fattore PalaAgnelli conquistando appunto gara-3 (86-77; Fattori e Benvenuti 20, Roderick 18) e gara-4 (54-52; Roderick 17, Sergio 14, Zucca 9), quest’ultima condita dall’immancabile finale al cardiopalma, con l’errore da sotto di Simmons a fil di sirena a sancire il tripudio dei locali. Ora ad attendere Sergio e compagni c’è la Benfapp Capo d’Orlando, imbattuta in questa post-season (vinte 3-0 le serie disputate con OraSì Ravenna ed Edilnol Pallacanestro Biella). Intanto i “cugini” della Remer Blu Basket Treviglio grazie a una prestazione brillante foraggiata da ottime percentuali dal campo hanno forzato gara-5, espugnando la tana della Tezenis Verona con un roboante 78-95 (M.Nikolic 16 punti ed 8 assist, Caroti 15 con 4 assist, Borra 15 con 7 rimbalzi e 5 assist). I ragazzi di coach Vertemati si giocano quindi il tutto per tutto di fronte al pubblico del PalaFacchetti: palla a due prevista proprio per questa sera, mercoledì 22 maggio, alle ore 20.45, con tanto di diretta tv su Sportitalia.

 

 

In C Gold lombarda soltanto l’XXL BluOrobica era ancora impegnata nell’ambito della Poule Salvezza (undicesima giornata, soltanto un turno rimanente), peraltro alle prese con l’ennesimo risultato beffardo maturato sulla sirena. I Longano-boys (G.Stucchi 14, E.Boccafurni e Seguenti Monacelli 12), infatti, si sono arresi sul parquet amico ai varesini del Cistellum Cislago, che prevalgono col punteggio di 70-73. I grigio-arancio cittadini non svestono i panni del fanalino di coda del ranking con 8 punti all’attivo, sempre a -2 dalla penultima Casa Della Gioventù Le Bocce Erba, diretta competitor per la lotta salvezza. In Serie C Silver può tirare un sospiro il Persico Stampi Seriana Basket, che ha superato per 2-1 la serie playoff contro la milanese Ebro Basket (6°, gir. B), nonostante la debacle interna di gara-1 (57-63). I biancorossi di coach Baroggi hanno infatti rimediato vincendo gara-2 in trasferta (61–72; Comerio 17, Orlandi 14, Deligios 12), per poi chiudere i conti nel terzo atto della serie svoltosi ad Alzano Lombardo (72-51; B.Silva e Comerio 16, Orlandi 15). Ora ad attendere i ragazzi del presidente Marco Arizzi c’è lo spareggio con la Fortitudo Busnago (2°, gir. B), formazione infarcita di giocatori bergamaschi per lo più scuola Virtus Isola (E.Magni, M.Mazzoleni, Cacciani e A.Corna), e guidata dal coach barzanese Alessandro Galli, che dal canto suo ha eliminato la Marnatese Basket (7°, gir. C) con un secco 2-0. Da segnalare, infine, la retrocessione in Serie D della wild card under Isola Virtus Terno, piazzatasi al 16° e ultimo posto dell’impervio girone B.

 

 

In Serie D Regionale, ahimè, non ha conosciuto soste il trend negativo della post-season delle compagini orobiche. I playout (col secondo turno al meglio delle tre giornate) hanno infatti decretato anche la retrocessione in Promozione del Gruppo Basket Cologno Al Serio (che peraltro aveva concluso il campionato al decimo posto con 22 punti, gli stessi del Basket Verdello, giunto nono), oltre a quella già nota del CB Alto Sebino (0-2 nella serie con Pol. Bellusco Basket). I bianco-blu di coach Carioli cadono infatti per 1-2 nella serie disputata contro i milanesi del Baskettiamo Vittuone (12°, gir. E), nonostante il fattore campo a favore. I bassaioli avevano perso gara-1 (66-68; Chies 22, Tronini 15) per poi rimediare nella trasferta di gara-2 (61-63; Chies 15, F.Santinelli 13); la decisiva gara-3, tuttavia, è coincisa con una netta e sanguinosa sconfitta interna (69-81; Chies 22, Cirelli 10). In Promozione sono tre le compagini orobiche ancora in corsa per i playoff, tutte con ottime chance di strappare l’agognato salto di categoria. Partiamo però dalla 035 Informatica Azzanese Basket e dal Basket Valtexas Bergamo, che escono di scena (1-2 nella serie) perdendo le decisive gare-3 rispettivamente contro Forti e Liberi Monza 1878 (52-44, giocando a Monza) e Ferall Cavenago Brianza (76-85, giocando alla Palestra Ist. Pesenti di Bergamo). Continuano invece il loro cammino la Pol. Caluschese Basket che ha battuto 2-0 la Pol. Besanese (71–57 in gara-1; 42-58 in gara-2), la Pol. Brembate Sopra che ha chiuso sul 2-0 la serie con la Sanfru Basket Monza (61-72 in gara-1; 87-67 in gara-2) e anche il Sebino Basket Villongo di coach Giorgini (inserito nel girone “Brescia 2”) che ha piegato in due atti il Brescia Basket Roncadelle (94-56 in gara-1; 54-69 in gara-2). Di conseguenza, gli abbinamenti delle finali (sempre al meglio delle tre gare) vedranno opposti i biancoverdi caluschesi (col fattore campo) alla Forti e Liberi Monza 1878, i gialloverdi brembatesi alla Ferall Cavenago Brianza (fattore campo per i brianzoli, che ospiteranno quindi l’eventuale gara-3) e i blu-arancio villonghesi (col fattore campo) al CUS Brescia.

Sul fronte dei professionisti orobici si è ormai conclusa la stagione anche dell’esterno Simone Tomasini: la Zeus Energy Group Rieti – dove milita proprio il classe ’93 nativo di Caravaggio – si è infatti arresa per 3-0 nella serie con la De’ Longhi Treviso di coach Max Menetti e del veterano David Logan, autentico crack per la categoria. In Serie B Nazionale rimane invece in pista il pivottone classe ’96 Eugenio Beretta (ex Blu Orobica): la sua Citysightseeing Palestrina ha infatti nuovamente pareggiato la serie (ora sul 2-2) con l’ambiziosa Ge.Vi. Napoli Basket.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia