Sport
Come sono andate le partite

Zanetti, un’altra stagione flop La vittoria con Scandicci non basta

Zanetti, un’altra stagione flop La vittoria con Scandicci non basta
Sport 26 Marzo 2019 ore 06:30

Per la seconda stagione consecutiva, Bergamo non sarà presente ai play-off scudetto femminili. Il 3-0 rifilato a Scandicci nell’anticipo di sabato non è stato infatti sufficiente: Cuneo conquista un punto a Novara e chiude il discorso. In campo maschile, invece, brutta sconfitta dell’Olimpia che cade 3-0 a Piacenza.

 

 

Zanetti, bye bye play-off. Il lumicino di speranza che era rimasto acceso la notte fra sabato e domenica si è definitivamente spento domenica qualche minuto prima delle 19, ossia quando Cuneo è riuscito a strappare il preziosissimo punto sul campo dell’Igor Gorgonzola Novara che consegna la matematica qualificazione ai play-off alla Bosca San Bernardo. A nulla è quindi valso il rotondo 3-0 della Zanetti Bergamo - schierata con Cambi in regia, Smarzek opposta, Olivotto e Tapp al centro, Loda e Courtney in banda e Sirressi libero - contro la Savino del Bene Scandicci - in campo con la diagonale Malinov-Haak, Lucia Bosetti e Vasileva in banda, Adenizia e Stevanovic centrali e Merlo libero - nell’anticipo di sabato, con il sodalizio presieduto da Luciano Bonetti che sarà costretto a osservare ancora una volta i play-off da semplice spettatore. Alla luce delle recenti e convincenti prestazioni, in casa Zanetti aumenta indubbiamente il rammarico per non aver raggiunto un obiettivo decisamente alla portata di una squadra comunque costruita per ambire a qualcosa in più di un semplice ottavo posto. Detto questo, ora che il verdetto è ormai ufficiale in casa Zanetti - il main sponsor ha un accordo ancora per altre due stagioni - si cercherà di capire cosa non ha funzionato e si proverà immediatamente a mettere una pezza affinché nel prossimo campionato lo storico club bergamasco torni almeno a navigare nella parte sinistra della classifica.

 

 

Olimpia, terzo ko con Piacenza. Con il secondo posto già matematico per i bergamaschi e la vetta già blindata per i piacentini, la penultima gara di campionato fra le prime due della classe avrebbe dovuto verificare gli eventuali progressi dell’Olimpia. Invece la squadra di Spanakis torna a casa con un’altra sconfitta, questa volta per 3-0. La Gas Sales Piacenza - che schiera inizialmente Paris in regia, il neoacquisto Sabbi opposto, Fei e Tondo al centro, Mercorio e Yudin ai lati e Fanuli libero - preme immediatamente sull’acceleratore facendo leva su un efficace servizio che manda letteralmente in tilt la ricezione bergamasca e rende difficile lo smistamento a Garnica, spesso costretto a recuperar palloni qua e là per il campo. L’Olimpia - in campo con la diagonale Garnica-Romanò, Erati e Cargioli al centro, Tiozzo e Shavrak in posto quattro e Innocenti libero - non riesce proprio a ingranare, nemmeno strada facendo. La percentuale in ricezione cala set dopo set (complessivamente 32% di positiva e un misero 7% di perfetta) e con essa cala anche quella dell’attacco, che scende dal 53% del primo parziale al 41% e al 34% dei successivi. La supremazia di Piacenza non è mai in discussione (11-1 anche il confronto fra i muri-punto), con gli emiliani che confermano il ruolo di grande favorita per la promozione in Superlega.

 

 

Zanetti Bergamo-Savino Del Bene Scandicci 3-0
(25-22, 28-26, 25-16)

Zanetti Bergamo: Olivotto 9, Smarzek 20, Loda 8, Tapp 11, Cambi 2, Courtney 8, Sirressi (L), Carraro. Non entrate: Mingardi, Acosta, Strunjak, Imperiali. Allenatore: Bertini.

Savino Del Bene Scandicci: L. Bosetti 7, Adenizia 3, Haak 10, Vasileva 2, Stevanovic 7, Malinov 2, Merlo (L), Bisconti, Caracuta, Mitchem 3, Mazzaro 1, Zago 4. Non entrata: Papa. Allenatore: Parisi.

Arbitri: Feriozzi e Zingaro.

Durata set: 29’, 31’, 22’. Totale 82’.

Note: Muri 10-5, aces 2-0, errori in battuta 13-5.

 

Gas Sales Piacenza-Olimpia Bergamo 3-0
(25-17, 25-20, 25-19)

Gas Sales Piacenza: Capelli, Fei 7, Canella, Yudin 12, Mercorio 8, Paris 1, Beltrami, Tondo 11, Fanuli (L), Sabbi 12. Non entrati: Ingrosso, Ceccato, De Biasi e Cereda. Allenatore: Botti.

Olimpia Bergamo: Erati 1, Innocenti (L), Cargioli 6, Tiozzo 7, Cioffi 1, Cristofaletti 2, Garnica, Shavrak 11, Sette, Romanò 8. Non entrati: Franzoni (L) e Cogliati. Allenatore: Spanakis.

Arbitri: Talento di Salerno e Marotta di Firenze.

Durata set: 21’, 25’, 24’. Totale 70’.

Note: muri 11-11, aces 6-3, errori in battuta 15-14.