Come sono andate le partite

Zanetti, un’altra stagione flop La vittoria con Scandicci non basta

Zanetti, un’altra stagione flop La vittoria con Scandicci non basta
26 Marzo 2019 ore 06:30

Per la seconda stagione consecutiva, Bergamo non sarà presente ai play-off scudetto femminili. Il 3-0 rifilato a Scandicci nell’anticipo di sabato non è stato infatti sufficiente: Cuneo conquista un punto a Novara e chiude il discorso. In campo maschile, invece, brutta sconfitta dell’Olimpia che cade 3-0 a Piacenza.

 

 

Zanetti, bye bye play-off. Il lumicino di speranza che era rimasto acceso la notte fra sabato e domenica si è definitivamente spento domenica qualche minuto prima delle 19, ossia quando Cuneo è riuscito a strappare il preziosissimo punto sul campo dell’Igor Gorgonzola Novara che consegna la matematica qualificazione ai play-off alla Bosca San Bernardo. A nulla è quindi valso il rotondo 3-0 della Zanetti Bergamo – schierata con Cambi in regia, Smarzek opposta, Olivotto e Tapp al centro, Loda e Courtney in banda e Sirressi libero – contro la Savino del Bene Scandicci – in campo con la diagonale Malinov-Haak, Lucia Bosetti e Vasileva in banda, Adenizia e Stevanovic centrali e Merlo libero – nell’anticipo di sabato, con il sodalizio presieduto da Luciano Bonetti che sarà costretto a osservare ancora una volta i play-off da semplice spettatore. Alla luce delle recenti e convincenti prestazioni, in casa Zanetti aumenta indubbiamente il rammarico per non aver raggiunto un obiettivo decisamente alla portata di una squadra comunque costruita per ambire a qualcosa in più di un semplice ottavo posto. Detto questo, ora che il verdetto è ormai ufficiale in casa Zanetti – il main sponsor ha un accordo ancora per altre due stagioni – si cercherà di capire cosa non ha funzionato e si proverà immediatamente a mettere una pezza affinché nel prossimo campionato lo storico club bergamasco torni almeno a navigare nella parte sinistra della classifica.

 

 

Olimpia, terzo ko con Piacenza. Con il secondo posto già matematico per i bergamaschi e la vetta già blindata per i piacentini, la penultima gara di campionato fra le prime due della classe avrebbe dovuto verificare gli eventuali progressi dell’Olimpia. Invece la squadra di Spanakis torna a casa con un’altra sconfitta, questa volta per 3-0. La Gas Sales Piacenza – che schiera inizialmente Paris in regia, il neoacquisto Sabbi opposto, Fei e Tondo al centro, Mercorio e Yudin ai lati e Fanuli libero – preme immediatamente sull’acceleratore facendo leva su un efficace servizio che manda letteralmente in tilt la ricezione bergamasca e rende difficile lo smistamento a Garnica, spesso costretto a recuperar palloni qua e là per il campo. L’Olimpia – in campo con la diagonale Garnica-Romanò, Erati e Cargioli al centro, Tiozzo e Shavrak in posto quattro e Innocenti libero – non riesce proprio a ingranare, nemmeno strada facendo. La percentuale in ricezione cala set dopo set (complessivamente 32% di positiva e un misero 7% di perfetta) e con essa cala anche quella dell’attacco, che scende dal 53% del primo parziale al 41% e al 34% dei successivi. La supremazia di Piacenza non è mai in discussione (11-1 anche il confronto fra i muri-punto), con gli emiliani che confermano il ruolo di grande favorita per la promozione in Superlega.

 

 

Zanetti Bergamo-Savino Del Bene Scandicci 3-0
(25-22, 28-26, 25-16)

Zanetti Bergamo: Olivotto 9, Smarzek 20, Loda 8, Tapp 11, Cambi 2, Courtney 8, Sirressi (L), Carraro. Non entrate: Mingardi, Acosta, Strunjak, Imperiali. Allenatore: Bertini.

Savino Del Bene Scandicci: L. Bosetti 7, Adenizia 3, Haak 10, Vasileva 2, Stevanovic 7, Malinov 2, Merlo (L), Bisconti, Caracuta, Mitchem 3, Mazzaro 1, Zago 4. Non entrata: Papa. Allenatore: Parisi.

Arbitri: Feriozzi e Zingaro.

Durata set: 29’, 31’, 22’. Totale 82’.

Note: Muri 10-5, aces 2-0, errori in battuta 13-5.

 

Gas Sales Piacenza-Olimpia Bergamo 3-0
(25-17, 25-20, 25-19)

Gas Sales Piacenza: Capelli, Fei 7, Canella, Yudin 12, Mercorio 8, Paris 1, Beltrami, Tondo 11, Fanuli (L), Sabbi 12. Non entrati: Ingrosso, Ceccato, De Biasi e Cereda. Allenatore: Botti.

Olimpia Bergamo: Erati 1, Innocenti (L), Cargioli 6, Tiozzo 7, Cioffi 1, Cristofaletti 2, Garnica, Shavrak 11, Sette, Romanò 8. Non entrati: Franzoni (L) e Cogliati. Allenatore: Spanakis.

Arbitri: Talento di Salerno e Marotta di Firenze.

Durata set: 21’, 25’, 24’. Totale 70’.

Note: muri 11-11, aces 6-3, errori in battuta 15-14.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia