Eventi
LA GEMMA DI PINILLA IN CLASSIFICA

Le dieci più belle rovesciate della storia (recente) dell'Atalanta

Le dieci più belle rovesciate della storia (recente) dell'Atalanta
Eventi 03 Febbraio 2015 ore 12:43

Il gol in rovesciata è sempre qualcosa di sensazionale. C’è la “mezza”, c’è la “bicicletta” e poi ci sono tante varianti con difficoltà diverse, angolazioni, coordinazioni e “tocchi” diversi”. Abbiamo provato a mettere in fila le 10 reti più belle segnate in rovesciata della storia recente dell’Atalanta, dal 2000 in avanti.

Ce ne siamo dimenticati qualcuno? La classifica andrebbe rivista? Può darsi, fatecelo sapere. Intanto godiamoci queste perle di Pinilla, Doni, Zampagna, Rossini e Loria. Il centravanti di Terni è il più presente visto che la rovesciata era una sua specialità, Doni ha segnato il gol più bello, ma la chicca riguarda Colantuono: otto prodezze su dieci sono arrivati quando in panchina c’era lui.

 

10) 29 ottobre 2006, Parma-Atalanta 3-1: Doni

Al Tardini Budan porta avanti il Parma dopo un minuto, la Dea reagisce con Bombardini che mette al centro un pallone interessante e Doni che segna grazie ad una magia: nonostante un difensore attaccato alla maglia, il numero 27 in mezza rovesciata trova l’incrocio dei pali e conquista il momentaneo 1-1.

 

 

9) 2 marzo 2003, Milan-Atalanta 3-3: Rossini

L’Atalanta lotta nella zona calda della classifica e si presenta in casa del Milan. I nerazzurri vanno subito avanti sullo 0-1 grazie ad un autogol di Maldini, il raddoppio è siglato da Fausto Rossini che resiste alla carica di un difensore e in acrobazia infila Dida mandando in visibilio il settore ospiti.

 

 

8) 2 aprile 2000, Atalanta-Brescia: Doni

Altro derby, altro gran gol di Doni: siamo sullo 0-0, dalla punizione di Gallo si sviluppa un pallone vagante in area di rigore che Doni, in bello stile, rovescia alle spalle del portiere avversario portando in vantaggio la formazione orobica.

 

 

7) 16 settembre 2007, Fiorentina-Atalanta 2-2: Zampagna

Siamo all’inizio del campionato di serie A 2007/2008. Si gioca al Franchi di Firenze, l’Atalanta finisce sotto due volte ma ancora una volta sono le magie di Doni e Zampagna a regalare emozioni. Prima il capitano su punizione e poi l’ariete ternano con un gol che è impossibile anche solo da pensare: palla a mezza altezza, spalle alla porta e tocco a scavalcare il portiere in rovesciata.

 

 

6) 22 aprile 2007, Atalanta-Roma 2-1: Zampagna

L’Atalanta viaggia a -5 dalla zona Uefa, a Bergamo arriva la Roma e per i nerazzurri c’è la concreta possibilità di accorciare in classifica. Colantuono sceglie Doni e Zampagna, dopo la rete del vantaggio dell’ex numero 27, Riccardo Zampagna si inventa una di quelle giocate che paiono inspiegabili. Una rovesciata atipica, palla rasoterra alzata con un palleggio e poi il destro magico che si infila nell’angolo più lontano dove Doni (portiere della Roma) non può arrivare.

 

 

5) 6 maggio 2006, Catanzaro-Atalanta 1-2: Zampagna

È il giorno della promozione matematica in serie A della Dea. A Catanzaro, stadio Ceravolo, il protagonista indiscusso è ancora una volta Riccardo Zampagna. La rete siglata in rovesciata sotto il settore ospiti è bellissima, un tocco volante con scarsa coordinazione che si insacca alle spalle di Belardi e regala tre punti d’oro a Colantuono.

 

 

4) 1 febbraio 2015, Atalanta-Cagliari 2-1: Pinilla

L’emozione più fresca, il gol più recente, la vittoria più importante. All’ultimo respiro di Atalanta-Cagliari, dopo 94’ minuti complicatissimi, Mauricio Pinilla ribalta in gol il cross di Luca Cigarini. Non esulta per il grande rispetto verso il Cagliari (sua ex squadra), ma la gioia dello stadio è enorme per i 3 punti fondamentali messi in classifica.

 

http://youtu.be/P-M6AKrb3V0

 

3) 19 novembre 2006, Chievo-Atalanta 2-2: Loria

Sotto di due reti contro i veronesi (Zanchetta e Pellissier i marcatori), nel finale di gara la Dea di Colantuono tira fuori gli artigli e dopo aver accorciato le distanza con Zampagna su assist di Ferreira Pinto, ecco la giocata della disperazione. Doni dalla destra mette al centro, Simone Loria (difensore centrale vecchio stile non proprio avvezzo a tocchi di gran classe) si improvvisa fuoriclasse e manda in semirovesciata la palla all’incrocio dei pali. Memorabile l’urlo esterrefatto di Corbani durante il racconto alla radio.

 

 

2) 29 aprile 2006, Atalanta-Brescia 2-0: Zampagna

Si gioca a Bergamo il derbissimo con il Brescia. Loria dopo 9 minuti porta in vantaggio i nerazzurri, in chiusura di primo tempo Zampagna conferma di essere uno con la rovesciata nel sangue e dipinge uno dei gol più belli visti a Bergamo negli ultimi 20 anni: controllo spalle alla porta, bicicletta volante e palla alle spalle dell’incolpevole Arcari.

 

 

1) 10 dicembre 2006, Atalanta-Messina 3-2: Doni   

La Dea affronta a Bergamo il Messina. In vantaggio di due reti grazie a Bombardini e Ferreira Pinto i nerazzurri allungano in modo decisivo grazie ad una gemma dell’ex numero 27: Zampagna smista per Pinto, cross al centro con il contagiri con Doni che controlla di petto e rovescia in gol. Il migliore di tutti.