Da un articolo del Guardian

I 10 musei meno conosciuti da visitare girando l'Europa

I 10 musei meno conosciuti da visitare girando l'Europa
Eventi 03 Giugno 2015 ore 17:50

Il concetto di museo nasce nei primi decenni del Settecento grazie a un trattato di Caspar Friedrich Neickel che pone le basi della moderna museografia: da quel momento in poi tutta Europa resta affascinata da queste strutture e iniziano a sorgere una quantità infinita di musei. Così arriviamo ad oggi, dove quasi ogni città si vanta di possedere un museo proprio. Ma ogni tanto può accadere che importanti e significativi luoghi culturali passino inosservati agli occhi dei turisti, restando così celati e sconosciuti, oltre che non indicati dalle guide turistiche. Will Coldwell, giornalista del Guardian, si è preso la briga di scrivere un piccolo pamphlet in cui presenta e cataloga i dieci i musei più belli e al tempo stesso meno noti e visitati d’Europa.

 

10) Parigi, Museo Zadkine

museo zadkine

Si trova vicino ad un angolo di Parigi molto amato dai cittadini francesi e dai turisti: i giardini di Lussemburgo. Il Musée Zadkine, che era la casa studio dello scultore Ossip Zadkine, oggi ospita centinaia di sculture, dipinti, e grafici di lavoro del famoso artista.

 

9) Vienna, Museo del Mobile

museo del mobile

Anche questo museo è davvero unico nel suo genere. Ospita infatti un grande assortimento di mobili e arredamenti per la casa, tutti legati alla tradizione imperiale. Anticamente questo luogo era il deposito del mobilio degli Asburgo, che doveva essere conservato in buono stato e ripartito fra i vari edifici dell'imperatore a seconda delle necessità.

 

8) Budapest, Museo Vasarely

Vasarely_Museum,_Budapest_00

Sulla riva del Danubio, in una zona tranquilla di Budapest, si trova questo museo, che contiene una delle collezioni più importanti delle opere di Victor Vasarely, leader del movimento "op-art". All'interno vi sono oltre 400 opere e, affiancate alla collezione permanente, si possono spesso trovare altre mostre di arte contemporanea.

 

7) Berlino, Museo del Designpanoptikum

2014-03-26_Designpanoptikum_Berlin_23_anagoria

Il Guardian lo definisce «bizzarro, surreale e, a volte, un po' sconcertante». Il museo, aperto nel 2010, non è altro che la collezione di oggetti industriali e medici del fotografo russo Vlad Korneev. Tutti i reperti in mostra prendono vita grazie ad alcuni circuiti elettrici con cui sono stati assemblati. Il risultato? Un mix tra fantascienza e horror.

 

6) Lisbona, Casa Museo Medeiros e Almeida

Medeiros e Almeida

Si tratta di una casa museo che presenta la collezione privata di un ricco uomo d’affari del Novecento: António Medeiros e Almeida. L’abitazione, dotata di 25 stanze, è grande e molto spaziosa e ogni camera è arredata con diversi cimeli che un tempo erano custoditi all’interno della reggia di Versailles. Una delle tante chicche di questo posto è il servizio di posate in argento di Napoleone.

 

5) Varsavia, Museo delle caricature

warsaw-museum-of-caricature

Quest’interessante e particolare museo è stato fondato nel 1978 dal fumettista e autore satirico Lipinski. Partito con una modesta collezione di caricature firmate da diversi autori, oggi vanta la bellezza di 25mila disegni che sono principalmente vignette, caricature e oggetti in pittura e scultura.

 

4) Roma, Centrale Montemartini

693930740-centrale-montemartini-centrale

Anche l’Italia trova spazio in questa guida dei musei dimenticati. Il giornalista del Guardian ha riscoperto la Centrale Montemartini di Roma, sulla via Ostiense. Qui si trovano oltre 400 statue romane, già esposte ai Capitolini o recuperate dai ricchissimi depositi comunali, insieme a epigrafi e mosaici. Il tutto immerso nell'incredibile location di un'antica centrale elettrica.

 

3) Madrid, CaixaForum

CaixaForum_Madrid

Anche questo museo è una galleria d’arte moderna che conserva tele molto importanti, spesso chieste in prestito da altri musei per mostre temporanee. La struttura esterna, realizzata da due architetti svizzeri tra il 2001 e il 2007, merita anch’essa un po’ d’attenzione dato che è composta da due interessanti edifici: una vecchia centrale elettrica e una casa rivestita di piante.

 

2) Amsterdam, Museo delle borse

Museum of Bags and Purses (2)

Questo particolare e intrigante museo ripercorre la storia delle borse in Europa, dal Medioevo fino ai giorni nostri. Ha il vanto e il merito di essere la più grande esposizione al mondo di questa tipologia di oggetti, con una collezione di oltre 5mila pezzi tra semplici borse, borse a tracolla, sacche e altri accessori.

 

1) Praga, Museum Kampa

kampa_museum

Il Museum Kampa è un’importante galleria d’arte moderna, aperta nel 2003, ospitata sull’isola di Kampa e bagnata dal fiume Moldava. I numerosi capolavori che si trovano al suo interno provengono dalla collezione privata di Meda Mládek, moglie di Jan V. Mládek, politico ed economista ceco. Negli anni il museo ha esposto anche tele di Yoko Ono e Andy Warhol.